giovedì 23 marzo 2017

Recensione: Anime di luce - Perseo di Lina GIudetti

Buona pomeriggio, carissimi lettori.
Questa volta mi sono imbattuta in un genere diverso dal solito, forse uno di quelli che è quasi raro trovare in giro. Oggi vi parlerò del nuovo romanzo di Lina Giudetti. 
Buona lettura...


Titolo: Anime di luce - Perseo.

Autore: Lina Giudetti

Editore: Self Publishing

Genere: Mitologico

Pagine: 269

Prezzo: 0,99 (eBook) 12,00 (Cartaceo)

Sinossi: 

*** «Non siamo fatti tutti allo stesso modo. Molti di noi non sono violenti con le donne e non sarebbero mai capaci di maltrattarle.»
«Sì, lo so. Ho solo bisogno di tempo.»
«Non volete dirmi quando e chi è stato a ferirvi?»
«Non ricordo con esattezza. Forse Javier con la sua spada o uno dei suoi amici mentre mi minacciavano.»
«Che viscide canaglie che sono stati!»
«Non preoccuparti, passerà, è solo una ferita lieve in fondo e ora comunque sto bene.»
Si fissarono a lungo, poi lui le sorrise e a lei parve di perdersi in quei suoi occhi così vivi e così magnetici che la invadevano nel profondo, devastando l'innocenza del suo spirito ogni volta in cui li guardava. Nell'azzurro intenso che li caratterizzava, ravvisò ancora una volta quella scintilla selvaggia che tanto l'attraeva guardare e sentì mancarle il respiro per qualche momento. Il cuore iniziò anche a batterle forte in preda a una violenta emozione che non aveva mai provato prima di allora nel trovarsi vicino a un uomo. ****

Romanzo questo, in chiave molto romantica della storia dell'eroe greco Perseo che non seguendo fedelmente gli schemi e le allegorie della mitologia greca, si concentra per lo più sulla tenera storia d'amore proprio tra Perseo e la bella ed eterea principessa Andromeda. Lei, per volere dell'oracolo di Ammone, viene incatenata nuda a una roccia sulle coste di Israele e proprio quando dieci guerrieri rudi e irruenti giungono lì per caso con una nave e cercano di violentarla, Perseo, trovandosi in volo con Pegaso, interviene e la salva.
Vengono comunque anche narrate come in una favola antica, la nascita, l'infanzia e la gioventù vissuta da lui, bello e coraggioso cavaliere senza macchia che vivrà un costante rapporto conflittuale con la propria natura di mezzosangue. Perseo infatti, è il figlio che il grande Zeus ha avuto con la mortale Danae, ma scoprirà questa verità, solo quando si appresterà a compiere sedici anni perché sarà il suo stesso fratello Hermes a rivelargliela.
Cresciuto per anni sull'isola di Serifo e divenuto uno tra i guerrieri più forti di Atena, egli non tradirà mai la sua natura di angelo di bontà disceso dal cielo con il preciso fine divino di risollevare le sorti di Argo, la sua reale terra d'origine dominata dalla tirannia di Acrisio.

Questa versione di Perseo non narra avventure di guerra, né le solite battaglie tra le forze del bene e le forze del male, ma rivisita in chiave libera, alternativa, sentimentale e fantasiosa, la versione del mito medesimo scritta da Ovidio nel quarto libro de' "Le Metamorfosi".

Anime di luce è il titolo di una sorta di saga ibrido di tematiche basate sulla mitologia greca e tematiche basate sulla leggendaria Atlantide. "Perseo" è un romanzo che collegandosi agli altri romanzi (parte di una duologia) "Miracoli ad Atlantide" e "Tumulto ad Atlantide" - che pure hanno come protagonista secondario Perseo in scene inedite dunque qui non contenute - ne rappresenta solo un episodio.



Acrisio, Re di Argo, è un uomo colmo di cattiveria. Tanto che, quando un oracolo gli dice che a provocare la sua morte sarà il futuro figlio di sua figlia Danae, decide di rinchiuderla in una torre fino alla fine dei suoi giorni, in modo che non possa concepire nessun bambino. Ma nulla si può contro il grande Dio Zeus, che per aiutare la ragazza le fa un grande dono; e da lì viene al mondo Perseo.

“Sentiva l’esigenza di maturare, d’imparare a provvedere a se stesso da solo, di esplorare la terra, di acquisire delle nuove esperienze di vita e diventare qualcosa di più del ragazzo sempliciotto quale sentiva d’essere”

E’ già un ragazzo abbastanza maturo quando viene a scoprire la verità sulle sue origini. Inizialmente stenta a credere che sia la verità, man mano i vari eventi riusciranno a convincerlo sempre di più. Da quel momento in poi decide di arruolarsi nell’esercito di Atena per diventare un guerriero.

“Qualcosa si era acceso dentro lui, sin dal primo momento in cui aveva visto quella leggiadra e indifesa creatura legata miserevolmente a quella roccia, ma non era lussuria. Era un sentimento diverso, puro, nobile e profondo che fino ad allora non aveva mai provato per alcuna donna.”

Diviene così il più forte di Atlantide, e viene spedito in tante missioni. Proprio durante una di queste si imbatte in Andromeda, un splendida fanciulla che riesce a catturare il suo cuore fin sa subito. C’è solo un problema tra loro: è la figlia del Re e della Regina di Joppa, ovvero nemici attuali di Atlantide. Eppure, nonostante i tanti problemi, non ha nessuna intenzione di rinunciare alla bella Andromeda.




Questa è la prima volta in assoluto che mi cimento in un romanzo di genere mitologico, infatti ero molto titubante. Ma poiché è stato scritto da un’autrice che mi ha sempre conquistata con i suoi scritti, ho decido di provare a leggerlo. E niente, ancora una volta ha saputo prendermi nel modo giusto e ha fatto in modo che leggessi fino alla fine. 

La storia aveva già iniziato ad affascinarmi, ma mi ha fatto legare totalmente a lei nel momento in cui è avvenuto l’incontro tra Perso e Andromeda. Sono una divoratrice di romanzi rosa, non potevo di certo non farmi pigliare da questa dolcissima storia d’amore che arricchisce il tutto in modo sublime. 
Però devo anche dire che non è stato soltanto questa la causa per cui mi è piaciuto, ma anche il modo in cui l’autrice ha descritto le intere vicende. Devo dire, davvero eccezionale. Perché, tranquilli, non tratta solo di Perseo e Andromeda, sono io che mi sono soffermata io su essa. 

Beh, che altro aggiungere… ormai Lina Giudetti oltre a essere sempre la prima a farmi scoprire generi letterari che non avrei mai pensato di leggere, è anche un garanzia. Soprattutto quando sa farmi sognare con i suoi romanzi rosa. Eh sì, è proprio un’autrice dalle mille doti.


VOTO: 4 STELLE SU 5
Alla prossima, Arianna!

Nessun commento:

Posta un commento