venerdì 24 marzo 2017

Presentazione: Noi - Fuori controllo #3 Alfieri Series di Lucia Tommasi


Buongiorno lettori e buon Venerdì! Eccoci qui a presentarvi il terzo romanzo della Serie Alfieri, di Lucia Tommasi. Scopriamo insieme la sinossi e un estratto!


GENERE: Dark romance/erotic

DATA USCITA: 24 marzo 2017

NOME SERIE: Alfieri Series
Un pensiero fisso assilla Michele, mentre la paura di diventare padre ancora una volta lo divora.
Serena inizia a non poterne più dei suoi continui sbalzi d'umore che lo rendono pericoloso per le persone che lo circondano.
Mentre un grosso affare sarà una benedizione, dall’altro lato sarà anche una maledizione, perché questo porterà Miriam in città e nella sua vita.
Il passato ritorna prepotentemente, confondendogli le idee e un grosso e pesante segreto spazzerà l'ultimo buon senso che gli era rimasto.




La mia piccola Viola saltella felice con la sua coroncina in testa e il vestito rosa a pois, vorrei fermare questo istante. Vedere la felicità sul volto di mia figlia mi dà vita e speranza. La speranza di una vita normale e felice.
Mi piego con le ginocchia e allargo le braccia per accoglierla e lei mi butta le braccia al collo. Mi metto in piedi stringendola a me più che mai.
<<Ti voglio bene, papà>>
<<Anch’io te ne voglio piccola mia. Sei la mia principessa>>
<<E tu il mio re!>> La bacio dolcemente, è la mia piccola e nessuno me la deve toccare.
<<Ehi! Non baciare mia figlia con quella bocca, chissà cosa hai baciato>> Ringhia, simpaticamente Serena arrivando mentre metto a terra Viola.
<<Ci bacio te con questa bocca>> Le do uno schiaffo sul sedere e lei mugola.
<<Sei impazzito?>> Sorride a bassa voce. <<Davanti alla bambina>>
<<La bambina è andata via da un pezzo. Che c’è? La sculacciata la vedi come una cosa hard?>> Socchiudo gli occhi e la fisso intensamente. La vedo sciogliersi ai miei piedi e amo questo potere. <<O forse preferisci che ti metto qui, a novanta e ti schiaffeggio qualcos’altro su quel bel sederino?>> Ansima, adoro questo giochino.
<<Meglio di no!>> Ha il fiatone addirittura.
Mi avvicino a lei, il mio corpo struscia contro il suo ed è caldissima, cazzo, nemmeno immagino il calore che avrà dentro. Bravo Michele! Ti sei fatto venire un erezione alla festa di compleanno di tua figlia in mezzo a tanti amici e parenti. E adesso? <<E’ quello che penso io?>> Serena se ne accorge all’istante.
<<Purtroppo si>> Sorrido.
<<E adesso?>>
<<Mi siedo finché non mi passa>>
<<Bravo!>> Mi picchietta sulla spalla e si allontana da me, ma io l’afferro subito.
<<Aspetta, almeno un bacio lo voglio>>
<<Michele ci guardano tutti>>
<<Non me ne frega niente, lasciali guardare. Il tempo di nasconderci è finito da un pezzo>>
La bacio in modo profondo, fino a quando si stacca e si allontana.
Ok, adesso è meglio trovare una sedia. Mi siedo e gli occhi corrono maledettamente al suo sedere che ondeggia. Sono spacciato.



Mi chiamo Lucia Tommasi, ho venticinque anni, abito in un piccolo paese della Sicilia e amo scrivere. Ero una bambina di sette anni quando ho iniziato a fantasticare storie d'amore. Condividevo la cameretta con mia sorella più piccola di me di due anni e prima di dormire
inventavo delle storie , facendole sembrare vere, piene di azione, amore ecc...
Crescendo però, mi accorgevo che la mia fantasia non si accontentava più di usare le labbra e le corde vocali, voleva che usassi una penna e il cuore.
Scrivevo come una matta in qualunque pezzetto di foglio libero, anche durante le lezioni e ovviamente la prima a leggere i miei scritti era mia sorella.
Non ho mai detto di questa mia passione a nessuno, neanche a mio marito, all'epoca fidanzato.
L'hanno scoperto un giorno, quando ho fatto stampare un mio libro e quasi mi sono commossa nel vedere finalmente l'orgoglio negli occhi dei miei genitori.
Da piccola ho sempre voluto renderli fieri di me, ma era sempre mia sorella quella brava a scuola e la più coccolona. Io purtroppo ero è sono quella di ghiaccio, ma vederli orgogliosi mi ha spinto a voler continuare
e spero di non smettere mai.
Non mi sono mai definita un'autrice perchè ci sono molte persone più brave di me, sono solo una ragazza che ama scrivere e mette impegno e cuore dalla pagina numero 1 alla pagina con scritto FINE.


Nessun commento:

Posta un commento