lunedì 21 novembre 2016

Recensione Bad Days di Antonella Senese


Buongiorno lettori e buon Lunedì. Oggi vi lascio la recensione di un nuovo romanzo, tutto Made In Italy, tutto Self Publishing.
Buona lettura!



Jason Lee è l’amico che tutti vorrebbero avere accanto. È un uomo leale, sempre pronto a tendere una mano e premuroso nei confronti di chi ama. Si è dedicato completamente al pub che gestisce con i suoi amici, che ormai sono diventati la sua famiglia, cercando di dare un senso a una vita segnata dal dolore e dalla perdita, chiudendosi nel suo mondo controllato e sicuro, al riparo dalla possibilità di soffrire e di perdere ancora qualcosa.
Alex McBride ritorna a Dublino dopo cinque anni di lontananza: ritrova la sua vecchia casa, i luoghi che l’hanno vista crescere e i suoi amici di un tempo, ma nulla è più come prima. Tornare non è mai facile, soprattutto quando la tua assenza ha lentamente distrutto la vita di qualcun altro, qualcuno che speri di aver dimenticato ma che invece è rimasto lì, come una ferita ancora aperta che continua a sanguinare.


Jason e Alex si ritrovano di nuovo vicini dopo un lungo periodo di separazione: sono stati amici, complici e confidenti, ma ora sono costretti a fare i conti con un passato che non smette di far male e con un futuro impossibile da vivere insieme, perché c’è qualcosa che potrebbe separarli e stavolta, davvero per sempre.




Carissimi lettori,

dopo tanta attesa finalmente sono riuscita ad avere sul mio kindle il libro Bad Days. Ho provato così tante emozioni durante la lettura che quando ho girato l’ultima pagina mi sono sentita vuota. Ma passiamo ai nostri personaggi

Alex, una ragazza piena di vita e amante dei libri proprio come noi, è un personaggio che si scopre piano piano durante la lettura. Jason, un ragazzo sexy e saggio che è sempre presente per la sua famiglia, anche lui lo conosciamo meglio durante la storia.

Un inizio mozzafiato in pieno stile Senese, un inizio dal retrogusto dolce-amaro. Veniamo immersi nella storia sin dalle prime pagine. Anche in questo libro l’amicizia, l’affetto più potente, regna sovrana e l’amore che lega tutti i ragazzi come una famiglia traspare da ogni riga. In questo romanzo finalmente conosciamo Jay, il ragazzo che c’è sempre stato per tutti.
Alex e Jason sono sempre stati migliori amici sin da piccoli, ma qualcosa nel loro rapporto cambia e tutto si sgretola.

Lui è Jason, il mio migliore amico, la mia spalla, la mia forza da sempre, mentre adesso sento che non è più così, sento che i ruoli si sono invertiti e non so se sono in grado di aiutarlo a superare tutto questo.

Sin dall’inizio della lettura, la storia nasconde un piccolo segreto che verrà scoperto leggendo, a causa di esso Alex cercherà di allontanare Jason con durezza e lui stesso sa che è pericoloso per lei, ma vuole anche farle capire che è ancora il suo migliore amico, è ancora il suo Jason.
Niente può farmi più male del suo amore

La loro storia è un continuo di emozioni forti che ti stringono il cuore in una morsa. Alex è forte e determinata affronta la vita di petto e non si arrende. Jay è un uomo forte che ha sofferto tanto, ma anche lui non si arrende. Si fanno forza a vicenda, si aiutano e combattono insieme. Il loro amore è forte e resiste a tutto. La loro è una storia unica e speciale, è una di quelle storie che rimangono dentro. Avevo le lacrime agli occhi già al 20% del libro, troppe le emozioni che ti coinvolgono durante la lettura.



Ma abbiamo anche rabbia, risentimento e paura che albergano nei nostri protagonisti. Questo libro non può essere raccontato, deve essere vissuto. È emozioni pure che ti travolgono e ti fanno immedesimare in loro. Sei lì a vivere e soffrire, provi i loro stessi sentimenti.

E poi, abbiamo un finale spettacolare, un finale degno della loro storia. Un finale perfetto per un amore perfetto nelle sue imperfezioni.

Adesso devo avere la storia Aaron tra le mie mani perché ho molte aspettative su di lui, anche se pensare che questa serie sta finendo mi lascia impreparata.

5 stelline su 5
A presto, Alexia


Nessun commento:

Posta un commento