mercoledì 5 ottobre 2016

Recensione: Baby sitter per amore di Elisabetta Modena


Torniamo da voi con un'altra recensione dedicata alla Collana YouFeel della Rizzoli. La parola a Francesca!


Anna e Federico si sono conosciuti a una gita scolastica. Più precisamente alla gita scolastica di Tommaso, il nipote di lei, e Luigi, il figlio di Federico, un impacciato papà single. Tra i due scatta subito un’innegabile complicità. E Anna, pur di stare accanto al suo amato, accetta di fare da babysitter al piccolo Luigi. Ma i sentimenti sono passi di danza, delicati, leggiadri. Sfiorano il cuore e lo elevano, oppure lo torturano e lo abbruttiscono. Basta un niente per sbagliare passo. E allontanarsi. Anna si persuaderà che forse la strada da intraprendere è quella di ballare da sola. Ma non si può dimenticare il bene che si è provato per una persona, per quanto ci si possa provare.
Elisabetta Modena ci regala un romanzo delicato e profondo, liberamente ispirato a “Persuasion” di Jane Austen.

Mood: Romantico – YouFeel RELOADED dà nuova vita ai migliori romanzi del self publishing italiano. Un universo di storie digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.




Ed eccoci di fronte ad un altro piccolo capolavoro firmato Elisabetta Modena. Aspettavo da tempo l’arrivo di questo romanzo, l’attesa mi è stata ricompensata regalandomi attimi magici insieme ad Anna e Federico.
Lei è una giovane donna che, a causa di un incidente dove perdono la vita sua sorella e suo cognato, dovrà farsi carico di Tommaso, suo nipote. Lui è un papà single, abbandonato dalla moglie e che cerca di restare a galla e di prendersi cura del figlioletto Luigi giostrandosi tra casa e lavoro. Si incontrano per caso grazie proprio a Tommaso e Luigi.
L’intesa tra i due è palpabile sin dalle prime battute. Anna è una sognatrice che si muove leggiadra in un assolo di sentimenti in cerca di qualcuno che possa guidarla senza remore. Federico è terrorizzato dalle donne, ha paura di rimettere in gioco i suoi sentimenti, ha paura di soffrire ancora, guarda al genere femminile con cinismo e distacco; quello che non sa è che il suo atteggiamento porterà Anna ad allontanarsi definitivamente da loro, lei sa quello che vuole, e quello che vuole è proprio lui. Ma Federico ha delle cicatrici sul cuore che non gli permettono di vivere a pieno questa storia. Sarà solo nel momento in cui la perderà che capirà l’importanza che aveva Anna nella sua vita, e soprattutto nella vita di suo figlio.



Riuscirà Federico ad allontanarsi dai dubbi e dalle incertezze che lo incatenano e guidare la sua Anna in un valzer di sentimenti sempre pronti a rimescolarsi?!

Lo stile di Elisabetta Modena ormai ci è familiare, è come una delicata carezza che sfiora le guance del lettore per tutto il tempo del romanzo. Non c’è volgarità nella sua scrittura, i sentimenti dei due protagonisti sono descritti con intensità ma devo ammettere che in questo romanzo (rispetto agli altri suoi romanzi che ho letto e che ho trovato davvero splendidi) c’è un qualcosa in più. Sarà la storia che non cade nel banale. Sarà la presenza di frasi tratte dal romanzo Persuasion, un omaggio che l’autrice ha voluto fare alla cara, vecchia Jane Austen. Saranno le emozioni che il lettore prova dall’inizio alla fine. Sarà, forse proprio la fine che ci lascia con un sorriso sulle labbra. Non lo so, è tutto un insieme che mescolato ha dato vita a un romanzo che consiglio davvero di leggere, d’altronde Elisabetta Modena è una sicurezza quando si tratta di sentimenti e amore. Una scrittrice che riesce a danzare con la sua solita armonia ed eleganza tra le vie del cuore dei lettori, proprio come fanno i suoi due nuovi protagonisti.

Alla prossima lettura, Francesca.

VOTO: 5 SU 5

1 commento: