mercoledì 5 ottobre 2016

Recensione: Le regole di Hibiki di Cristiano Pedrini


Buongiorno Lettori! Oggi la nostra Francesca vi parla del suo ultimo romanzo letto. Scopriamo insieme la sua opinione!


Hibiki ha una vita difficile alle spalle e un fratellino malato di cui prendersi cura. Si prostituisce per necessità, finché trova lavoro allo studio legale di Chris Page, tra i maggiori avvocati della city. La relazione fra i due si fa presto intima, Chris non sa resistere a quello sfacciato ragazzino a cui non mancano certo coraggio e orgoglio.

Molti però sono gli ostacoli, Hibiki capirà ben presto che per sopravvivere in un mondo ostile dovrà seguire le proprie regole.






Ho scelto questo libro perché sono andata ad esclusione, dovevo scegliere tra un giallo, un fantasy e… Hibiki… allora ho deciso di prendere lui. Ma diciamoci la verità, avete visto la copertina con quel ragazzo che vi guarda e sorride strafottente? E poi Hibiki… ma che razza di nome è Hibiki? Bene… mi è bastato mezzo capitolo per essermi complimentata con me stessa (ancora una volta) per la scelta fatta, eh si.. perché mi è bastato mezzo capitolo per essere catapultata nel mondo di Hibiki. L’autore è molto bravo a scrivere e solleticare l’attenzione del lettore. Usa termini ricercati arricchendo il vocabolario di chi legge e ha strutturato i capitoli sottoforma di regole, ogni capitolo una regola da rispettare; e puntualmente il nostro Hibiki le infrangerà tutte. Ma torniamo al nostro protagonista, un ragazzo appena maggiorenne, la madre morta e il padre scomparso, disposto a fare di tutto per riuscire ad assicurare al fratellino più piccolo le medicine che gli necessitano, persino a vendere il suo corpo. Ed è questo che fa per un lasso di tempo, fino a quando Owen (il fratellino) decide che deve smetterla di vendersi e gli trova un lavoro “pulito”. Così Hibiki diventa il fattorino di uno studio legale, lo studio legale di Chris Page.





Lui si innamora sin da subito del nostro protagonista brontolone e dalla risposta sempre pronta. A Chris basta incrociare gli occhi verdi di Hibiki e poggiare il suo sguardo sulla sua pelle diafana per perdersi completamente. D’altro canto Hibiki si innamorerà dei modi sarcastici ma al contempo gentili e autoritari del giovane avvocato. Inizieranno così una bellissima storia d’amore (forse la storia d’amore più bella che io abbia mai letto dopo quella di Lizzie e MrDarcy). I due protagonisti continueranno a stuzzicarsi e mandarsi frecciatine per maggior parte del romanzo, per poi finire sempre tra le braccia l’uno dell’altro. Ma il personaggio rivelazione è sicuramente Owen, il fratellino di Hibiki, che non solo accetta il fratello per quello che è senza spaventarsi della sua omosessualità, ma dimostrerà un’intelligenza superiore alla sua età. Sempre pronto a difendere il fratello in qualsiasi situazione. Sempre pronto a coccolarlo con dolci fatti in casa. Hibiki riuscirà a conquistare, coi suoi modi schietti, anche le assistenti di Chris, ma non a tutti piacerà il suo modo di fare e il suo passato. La gelosia e l’invidia serpeggerà tra i soci dello studio legale. Così Hibiki si ritroverà ad affrontare situazioni pericolose e complicate. Sarà proprio il nostro Chris a salvare la situazione, ma fino a che punto è disposto a spingersi il bell’avvocato? Sarà disposto a perdere pesino il suo posto di lavoro? Lo scoprirete solo leggendo… ed è assolutamente una lettura che consiglio non solo per la storia in sé, che davvero riesce a conquistare il lettore con le sue sfumature ironiche e romantiche, ma anche per lo spiccato senso di umorismo che l’autore immette in Hibiki e Chris. Un botta e risposta tra i due personaggi che riusciranno pian piano a fidarsi l’uno dell’altro.




5 stelline su 5


Alla prossima lettura, Francesca.








Nessun commento:

Posta un commento