giovedì 3 dicembre 2015

Presentazione: Come quando piove con il sole di Barbara Morgan


Buongiorno appassionati e buon Giovedì.

Oggi vi parlerò di un romanzo, primo della serie Previsioni d'amore. Pronti a leggere con noi qualche estratto?


Titolo: Come quando piove con il sole

Autore: Barbara Morgani

Editore: Self publishing

Genere: Romanzo rosa

Pagine: 294

Prezzo: 2.99
Sinossi:
Koraline Appleton, di fronte all’ennesima delusione, prende una decisione drastica: cercare di costruirsi una nuova vita altrove. Ha inizio così un viaggio “on the road” che la porta dalla cittadina dell’Idaho in cui è sempre vissuta fino a New York. L’incontro inconsueto con l’affascinante e misterioso Ethan Forsyte cambierà la sua esistenza e le sue prospettive? O i suoi sentimenti ostili nei confronti dell’amico-rivale d’infanzia John Keats si trasformeranno in qualcosa di completamente diverso? Sicuramente nella nuova grande città Koraline scoprirà l’amore. Per Ethan, per John ma soprattutto per se stessa.





Link Amazon: http://www.amazon.it/Come-quando-piove-Previsioni-damore-ebook/dp/B014VJ0F9Q/ref=pd_rhf_dp_p_img_5?ie=UTF8&refRID=12BWZCY613NZPTT364TG


Estratti:


"Ogni fine è un inizio. Si dice così vero? Non so dove l’ho sentito. Forse l’ho letto da qualche parte, su un libro di crescita personale. Oppure l’ho solo sognato. In ogni caso indietro non ci torno. Non per contemplare la fine. La fine della mia carriera universitaria insieme a quel briciolo di dignità che mi è rimasta. La fine della mia vita come avevo immaginato che fosse, o come gli altri se l’erano immaginata al mio posto perché a quanto pare io sono troppo pigra e sconclusionata anche solo per immaginare."


***

“Io sono stanca, infinitamente stanca di John Keats e di tutte le sue buone qualità. Sono stanca della sua intelligenza. Sono stanca delle sue parole giuste al momento giusto. Della sensatezza dei suoi pensieri. Io non ne ho di pensieri sensati. Io non ho buone qualità. E ora che ho scoperto che si trova qui a New York anche lui e frequenterà l’università a una distanza troppo ravvicinata per i miei gusti, sono già stanca di restarci. Voglio andare da un’altra parte. Ma dove? Magari dove lui non abbia parenti prossimi a cui far visita o università prestigiose da frequentare. In Alaska? Al Polo Nord?”

***

"Avevo bisogno di questo viaggio “on the road”. Un bisogno fisico. Per sentire la connessione con la mia terra, le mie radici, sgretolarsi poco a poco. Come una pianta che viene estirpata e ripiantata da un’altra parte, in un altro terreno. Fa male, è doloroso, ma fa parte del processo di crescita."



Potete trovare l'autrice qui: https://www.facebook.com/BabsiMorgan/

1 commento: