martedì 1 dicembre 2015

Elena legge... Sposami a Sugar Land di Michela Piazza e Pamela Boiocchi



Buon primo dicembre appassionati! Cominciamo questo mese, il mio preferito, con una bella recensione.


Pronti?




Trama:

Ogni ragazza desidera incontrare l'uomo dei sogni. Mary Jane ha inaspettatamente trovato in Rick il proprio Principe Buzzurro: dalla sua bocca esce sempre la cosa sbagliata, eppure è lui "quello giusto"! Insieme gestiscono un ristorante a New York e sono felici. Ma cosa succede quando Rick decide di presentare l'italianissima fidanzata ai propri parenti texani? Tra nonne dispotiche, Miss Rodeo e tori meccanici, Mary Jane avrà non pochi grattacapi, soprattutto perché deve organizzare in pochissimo tempo un matrimonio: il suo! Può il vero amore essere più forte di folli insicurezze, perfide ex e parenti ingombranti? Scoprilo in Sposami a Sugar Land, una romantica - e piccante - commedia natalizia!







Recensione:

Pamela Boiocchi e Michela Piazza tornano con un romanzo irriverente, divertente e piccante al punto giusto. Un libro che, visto il precedente, aspettavo con ansia.

Partiamo con il dire che non solo non mi hanno deluso, ma addirittura mi hanno sorpreso.
Rispetto al primo la storia e la struttura narrativa sono strutturate meglio, con più dettagli, più personaggi - con le loro particolarità da scoprire - e la crescita si vede.
La prima cosa che mi è piaciuta è proprio questa. Mentre leggevo mi sembrava quasi di essere in Texas con loro, vedere con i miei occhi i cavalli, i rodei, le tenute, insomma tutto.
Con ordine vi parlo anche dei personaggi – naturalmente senza fare spoiler, che sapete li odio – che in questo libro conosciamo meglio. Intravediamo i loro punti deboli, che sono poi quelli che me li fanno apprezzare di più.
Mary Jane, la donna emancipata e forte, viene trasportata in una realtà diversa da quella a cui è abituata. E proprio in questa terra vengono fuori le sue insicurezze e le sue paure. Ammetto che avere a che fare con una come Summer avrebbe messo in crisi – e non solo – tutte noi.
Rick è quello che mi ha colpito di più in questa storia e vi spiego il perché. L'abbiamo conosciuto come il ragazzo sexy, dalla battuta pronta, il sorriso sempre sul volto. Insomma, ho pensato che niente possa farlo vacillare. È stato così anche per questo libro, finché ad un certo punto ho visto il cambiamento e l'ho amato davvero. Sotto a quella scorza da burlone e da malandrino c'è un cuore che batte e che alla fine si ritrova ad aver VERAMENTE paura di perdere la persona che ama. Faccio i miei complimenti alle autrici perché scrivere di un personaggio come lui, a mio avviso, non è per niente facile.

Ho svelato troppo? No, non credo! Questo libro è da leggere assolutamente. Fatevi trasportare da Matrimonio a Sugar Land e non ve ne pentirete.


Ah... l'appello lo faccio anche qui! Michela, Pamela, scrivete un libro su J.T. Non vi do cinque stelle se non me lo giurate :D

2 commenti:

  1. Grazie di cuore per le tue parole �� e non temere, anche noi amiamo J.T. e abbiamo già progetti su di lui!

    RispondiElimina
  2. Grazie di cuore per le tue parole �� e non temere, anche noi amiamo J.T. e abbiamo già progetti su di lui!

    RispondiElimina