mercoledì 21 giugno 2017

Party Review: BossMan di Vi Keeland



Buongiorno lettori! Eccoci qui, pronti per il Party Review del nuovo romanzo di Vi Keeland, BossMan, edito Sperling & Kupfer.

Mettetevi comodi, oggi vi dico la mia opinione su questo romanzo!


È durante il peggior appuntamento della sua vita che Reese incontra Chase Parker per caso: affascinante, brillante e sfacciato quel tanto che basta. L'attrazione è immediata. E destinata a riaccendersi un mese più tardi, quando Reese, cambiato lavoro, ritrova Chase in veste di suo capo. l due finiscono per lavorare fianco a fianco, ogni giorno, e, nonostante le resistenze iniziali di Reese, cedono alla tentazione di una relazione segreta. Ben presto però si rendono conto che tra di loro non è solo una questione di chimica. C'è qualcosa di più. Ma il loro passato è lì, pronto a minacciare tutto prima ancora che cominci.


Quando mi è stato proposto di partecipare a questo party review ho accettato a scatola chiusa perché ammetto di non aver mai letto i libri di questa giovane autrice.
E mi sono persa tanto.
Sono rimasta letteralmente affascinata dalla storia e dalla scrittura di Vi Keeland che ho deciso di recuperare anche gli altri suoi romanzi.

Ma partiamo dall'inizio.

Reese è una giovane donna, è single e quella che sta per affrontare è l'ultima settimana di lavoro. Ha deciso di licenziarsi, dopo aver scoperto che l'uomo con cui è andata a letto, uomo che aveva dichiarato di essere libero, sta per sposarsi con la sua fidanzata storica. Ma oltre il danno, la beffa, visto che proprio quell'uomo prenderà il comando nell'azienda in cui Reese lavora, non per merito ma per diritto di famiglia.
La nostra protagonista è alla ricerca quindi di un nuovo lavoro ed è anche alle prese con Martin, il ragazzo con cui sta uscendo e che proprio non le piace.
Ed è proprio in quella serata che Reese conosce Chase Parker.


Sospirone ragazze, perché fin dalla sua prima apparizione Chase è fantastico. È dotato di carisma, intelligenza e tanta tanta fantasia. Proprio quest'ultima salverà Reese dalla sua serata disastrosa.


- “Tortina?”

- “È così che la chiamavamo. La tortina al burro di arachidi della Reese. Il mio dolce preferito.”



Reese e Chase sono destinati ad incontrarsi, a conoscersi ma soprattutto a lavorare insieme. Sì, perché lui molto presto diventerà il capo del capo di lei. Chase è un uomo potente, è un uomo ricco, è un uomo che ha inventato la Cera Divina, ancora prima chiamata La passera coccolata, e altri miliardi di prodotti per donne.
Raccontata così vi potrà sembrare una storia banale, una storia che avrete già letto, ma vi dico subito che non è così.

Chi sono davvero Reese e Chase?

Lei è una donna con un passato che l'ha segnata, un incidente l'ha resa una donna con delle insicurezze, con una routine un po' particolare, ma estremamente sensibile. A questo aggiungiamoci che non vuole storie sul posto di lavoro e... saranno scintille.
È stata sicuramente la sua dolcezza, la sua caparbietà e la forza, che esce al momento, giusto a conquistarmi.


“Tu non hai eretto quel muro per tenere fuori lui. L'hai tirato su per guardare lui che lo abbatte per arrivare a te.”


Chase è un amministratore delegato, porta abiti eleganti fatti su misura ma al tempo stesso a un piercing al capezzolo e un tatuaggio. È un uomo che ha ripreso a vivere dopo anni di sofferenza, e quando capisce che Reese è la donna che vuole cerca in tutti i modi di ottenerla. Davvero tutti.
Anche lui ha un passato, un dolore che l'ha reso vulnerabile, che gli ha fatto commettere degli errori. Ha toccato il fondo per risalire più forte di prima.
Non è il solito maschio che conquista con il corpo, o almeno non solo, ma con le parole. I battibecchi, il modo in cui si stuzzicano, con acume e divertimento, vi farà innamorare.
I personaggi sono descritti e creati in maniera impeccabile, niente è banale, tutto è pensato in maniera tale da rendere il lettore schiavo della loro storia, pronto a scoprire insieme a loro quello che la vita gli riserverà. Le difficoltà non mancheranno, gli errori che Chase e Reese commetteranno rischieranno di allontanarli, per sempre.




I protagonisti secondari, da Sam alla sorella di Chase, giocano un ruolo fondamentale nella storia del romanzo, creano gli intrecci e sbrigliano i nodi in cui i protagonisti finiscono.
Il colpo di scena finale è fantastico, dico davvero. I pov al passato di Chase hanno arricchito la storia, hanno dato quel di più che me l'ha fatto apprezzare e capire fino in fondo.
Non vi svelerò niente di più, sapete che non è nelle mie corde, ma posso dirvi, anzi stra consigliarvi, di leggere questo romanzo.


Volete scoprire chi è Peyton? Volete sapere cosa ne è stato di lei?
Leggete BossMan.



“Non concentrarti su ciò che sarebbe stato. Concentrati su ciò che è.”




L'autrice ha gentilmente risposto ad una serie di domande, qui ne trovate una ma potete scovare le altre seguendo tutte le tappe del Review Part. La prossima recensione è ne L'universo dei libri


Lo scrigno: How did the characters of Bossman and what inspired you during the writing of their story?
(Come sono nati i personaggi di BossMan e cosa ti ha ispirata durante la stesura della loro storia?)


Vi Keeland: Bossman was born from that first fun scene, and I was inspired by the hero to make him honest, smart, open and funny at the same time.
(BossMann e ' nato da quella prima scena divertente, e io sono stata ispirato dalla figura dell'eroe, lo volevo onesto, intelligente, aperto e divertente allo stesso tempo.)






Nessun commento:

Posta un commento