lunedì 8 maggio 2017

Recensione: Quando tutto il mondo dorme di J.A. Rock e Lisa Henry

Buon pomeriggio, gioie dello scrigno.
Oggi vi parlo del romanzo di J.A. Rock e Lisa Henry, edito Triskell Edizioni.
Una lettura diversa dal solito, non per il genere, ma per la trama alquanto originale.
Buona lettura...



Titolo: Quando tutto il mondo dorme. 

Autore: Lisa Henry & J.A. Rock

Editore: Triskell Edizioni 

Pagine: 535

Prezzo: 5,24

Sinossi: 

Daniel Whitlock è terrorizzato all’idea di addormentarsi. E non senza motivo: è sonnambulo, e non ha coscienza o memoria delle proprie azioni. Incluso l’aver incendiato la casa di Kenny Cooper, con lui dentro, dopo che Kenny lo ha pestato brutalmente solo perché gay. Tornato nella piccola cittadina di Logan dopo aver scontato la sua pena in carcere, Daniel si isola in una casa nel bosco e ogni sera si incatena al letto.
Come gli altri abitanti di Logan, il poliziotto Joe Belman non crede all’assurda linea difensiva di Daniel. Ma dopo averlo salvato da un incendio di rappresaglia, scopre che il giovane potrebbe non essere quello che tutti pensano, ovvero un assassino, un bugiardo, un pazzo drogato. Bel si impegna a tenere sotto controllo Daniel ogni notte, per il bene della popolazione. Lo trova affascinante, ma cerca di ignorare questi sentimenti. 
Eppure, a mano a mano che Bel viene attirato nel mondo oscuro di Daniel, scopre che gli piace avere il controllo. E abbandonarsi a Bel dona a Daniel la sola pace che abbia mai conosciuto. Ma i demoni non lo lasciano stare, e avrà bisogno che il poliziotto li uccida una volta per tutte. Sempre che lui sia disposto a rischiare ogni cosa per stare al suo fianco.



Ha ucciso Kenny Cooper, merita di soffrire. 
Questo è quello che la maggior parte dei cittadini di Logan pensa su Daniel Whitlock. Questo è quello che lui stesso pensa. Continuamente. 
Daniel è gay e per questo è stato sempre discriminato da Kenny e i suoi amici, arrivando al punto di pestarlo a sangue, riducendolo in fin di vita. Dopo questo, una notte, si è diretto a casa dell’aggressore e le ha dato fuoco, con Kenny dentro. 

“Buffo come il semplice fatto di avere Bel nella sua vita facesse tanta differenza. 
Bel, che non era fuggito neanche quando Daniel continuava a svegliarlo con i suoi incubi.”

Purtroppo, quando ha commesso quell’atto, non era cosciente, perché soffre di sonnambulismo. Nessuno però crede a questa cosa, tantomeno il poliziotto Joe Belman. Colui che, per puro caso, si ritrova a salvare la vita allo stesso ragazzo che ha sempre definito un fuori di testa. Da allora avrà un istinto protettivo nei suoi confronti e cercherà, in ogni modo, di risolvere il suo problema. 

“Sapeva che anche se quell’amore non era del tipo raccontato nei romanzi, era vero e profondo. Incatenava l’uno all’altro in una specie di strano mondo nascosto.”

Daniel, pur di non rischiare di far del male a qualcun altro, si infligge dolore per stancarsi, si incatena nel letto in modo da domare il suo sonnambulismo. Ed è proprio questo che Bel vuole evitare, perché lui non merita tutto questo. Giorno per giorno tenterà di proteggerlo da ogni cosa, soprattutto dalla sua coscienza. Sa bene che è una cosa troppo grande, però tra i due nascerà qualcosa di ancora più forte e allora niente più spaventerà Joe Belman.




Questa è la seconda volta che leggo un romanzo del genere M/M e sono sempre più convinta che, se scritti bene, sono davvero spettacolari. 
La trama di questo libro, diversa da molte altre, mi ha rapita da subito. Non potevo far altro che immergermi nella lettura e scoprirne l’intero contenuto. Per non parlare della copertina, è un vero e proprio richiamo. 
Certo, il linguaggio forte inizialmente mi ha lasciata un po’ interdetta, però, a un certo punto, mi son resa conto che era appropriato alla storia. E seppur in esso vi sono alcune scene crude che vi faranno venire le lacrime agli occhi, non manca di certo la parte dolce, tenera… 
Vi pare che una come me lo avrebbe trovato bello se non ci fosse stato almeno un pizzico d’amore intriso nelle pagine? 
Non vi aspettate una lettura del tutto mielosa, perché c’è molto, molto altro. Ed è proprio questo che mi ha affascinata; c’è il giusto mix di suspance, adrenalina, amore e realtà. Sì, realtà. Perché nonostante l’evoluzione di tante cose negli anni che passano, l’omosessualità, ancora oggi, è molto discriminata. 
Mi è piaciuto davvero molto lo stile delle autrici, hanno creato uno di quei libri che sanno come tenerti incollata alle pagine fino alla fine, per poi farti rattristire una volta arrivatoci. Anche se, proprio su questo, mi aspettavo qualcosa di diverso, o meglio, ci speravo. Sì, avrei voluto si aggiustasse completamente tutto. Però, sono ugualmente contenta di come siano andate le cose. 
Ho spento il kindle con il sorriso. E credo che questo particolare la dica molto lunga.


VOTO: 4 stelle su 5
Alla prossima, Arianna!

Nessun commento:

Posta un commento