giovedì 13 aprile 2017

Recensione: Dark Secrets - The Justice Series di Daria Torresan e Brunilda Begaj


Carissimo Scrigno, ecco a voi la recensione del nuovo romanzo di Daria Torresan e Brunilda Begaj dal titolo Dark Secrets il primo volume della The Justice Series.




Ognuno è artefice del proprio destino. Niente di più falso. Perché Hope Mitchell il suo destino non se l’è scelto. E’ rimasta intrappolata in quel passato dove suo padre ha fatto l’errore di allearsi con persone molto pericolose, che non ci hanno pensato due volte a farlo fuori, quando ha provato a tirarsi indietro. Sono passati quindici anni da quel giorno ed ora Hope è una donna, lavora nell’officina di suo nonno, guida auto di grossa cilindrata, ed è bellissima. Eppure continua a condurre la sua vita con la consapevolezza che non deve mai abbassare la guardia, che non si è mai abbastanza al sicuro, perché il male può celarsi dovunque e ci vuole davvero poco a farsi sorprendere impreparati. Ha innalzato una corazza intorno al suo cuore. Ha già sofferto troppo, perché rischiare ancora? Ma non ha messo in conto l’arrivo, nella sua vita, di Rhys Moore. Lui è dannatamente bello, profumatamente ricco. E vuole lei. A qualsiasi costo. Il destino li ha messi sulla stessa strada. Ma proprio quando Hope sembra pronta ad abbassare le difese, il passato torna a cercarla. E il suo vuole qualcosa che ha solo lei. Qualcosa che è ignara di custodire. Ed è disposto a tutto pur di ottenerla. Eppure Hope doveva sapere che, per quanto si scappi, per quanto si corra veloce, il passato riesce sempre a raggiungerci. Ogni certezza cadrà, ogni tassello troverà il suo posto nel puzzle. Ma le ferite del cuore, quelle profonde, non si rimargineranno mai.

* ATTENZIONE *
Il romanzo contiene scene di sesso esplicite. Se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole.



Bene ragazze e ragazzi, eccomi qui a parlarvi di uno degli ultimi romanzi che ho avuto il piacere e l'onore di leggere in anteprima. 
Faccio una premessa. Quando l'ho finito ho detto: No, ma io lo voglio in cartaceo! Perché Dark Secrets è un romanzo che merita un posticino nella libreria e lo dico perché è un romanzo completo.
Ma partiamo dall'inizio!


Hope Mitchell è una giovane donna che ho provato sulla propria pelle il dolore, quello vero. Quello che ti porta via le persone che ami più della tua stessa vita, quel dolore che ti fa chiudere. Hope è vittima della paura ed è per colpa di essa che è costretta a fuggire, lontano dalla sua casa, per salvare le uniche persone che le sono care.
Rhys Moore è un uomo ricco, un uomo abituato alle donne, ai soldi e ad ottenere tutto ciò che vuole. E quello che vuole ora è Hope, la ragazza fredda e distaccata che non gli dà un minimo di soddisfazione, che gli sfugge nonostante l'attrazione che provano l'uno per l'altra.


Nonostante tutto Rhys non si arrende, lotta fino allo sfinimento per conquistarla, per capirla. L'attrazione ben presto diventa molto di più. Una sfida a colpi di fiducia, di baci agognati, di avvicinamenti passionali e allontanamenti bruschi.



«Alla nostra attrazione, al bisogno costante di sfiorarci quando siamo vicini... alla voglia che ho di morsicarti quelle labbra provocanti e di strapparti i vestiti.»


In questo romanzo niente è come sembra, per  primi i nostri protagonisti. Cosa si nasconde dietro alla figura di Hope Mitchell, trasferitasi a Brooklyn con il nonno e il suo migliore amico Alek? E cosa si cela dietro la sfarzosità del mondo di Rhys e della sua misteriosa famiglia?
Personaggi pressoché perfetti nella caratterizzazione, nelle loro azioni così spontanee e contrastanti. Personaggi che hanno una propria volontà e una propria identità da sembrare reali, come se li vedessi davanti a te agire e parlare.
Una storia che ti sorprende, che ti tiene con il fiato sospeso fino alla fine. Un colpo di scena dietro l'altro, nessun momento morto, nessuna titubanza. Nelle scene di suspance come in quelle d'amore.



«Azzardare. Ho passato una vita a nascondermi, a tentare di sparire, di dissolvermi nel nulla, senza spingermi mai in mosse avventate, prive di calcoli e valutazioni, vinte dall'istinto. No. Non ho mai azzardato.»



I miei complimenti vanno alle autrici per aver creato un romanzo così PIENO da riempire anche il cuore di chi lo legge. Per aver creato un finale che io personalmente non mi aspettavo e per averci dimostrato che l'amore supera tutto.
La cattiveria, la morte, gli inganni e i tradimenti, anche quelli che in fondo così tradimenti non sono. Grazie perché se alla fine Hope capisce che l'amore vince su tutto, se trova la sua Alba, la possiamo trovare tutti.

Ora... sbrigatevi con il secondo!









Nessun commento:

Posta un commento