lunedì 6 marzo 2017

Recensione in anteprima: Ho ucciso cupido di Fabiola Danese


Buon Lunedì lettori! Eccoci qui a parlarvi di un romanzo che Valentina ha letto per voi in anteprima. Stiamo parlando di una commedia ironica, un romanzo fresco. Il nuovo lavoro di Fabiola Danese.


Eleanor Every ha fatto un patto con Cupido: lui le sta alla larga e lei non lo fa fuori.
Evitare l’amore e concentrarsi esclusivamente sul suo impero sarà un gioco da ragazzi per Len, fino a quando non si imbatterà in uno sfacciato e presuntuoso fotografo che farà di tutto per conquistarla. Ma quando Len dovrà fare i conti con bugie, tradimenti, bastoni tra le ruote e amici strampalati, riuscirà a seguire il proprio cuore, mettendo da parte l’orgoglio?
Len e Ty, due mondi così distanti che non potrete fare a meno di chiedervi se quei due riusciranno a incontrarsi a metà strada, in nome dell’amore.
Il nuovo romanzo di Fabiola Danese è pronto ad emozionarvi con il suo carico di disastri e un pizzico di ironia; d’altronde ha solo ucciso Cupido, questa volta, non facciamone un dramma!


Eleanor Every trentenne di Manhattan dirige la casa editrice di famiglia “Spector”. Lev è inflessibile, dispotica e autoritaria sul lavoro. Lev è la Regina di ghiaccio. Dopo l’abbandono della mamma e in seguito alla perdita di suo padre si è sentita in dovere di occuparsi di sua sorella Sue e dell’azienda, così decide di sacrificare l’unica cosa che può farla vacillare: l’amore. Lev fa un patto con Cupido: Lui la lascia in pace e lei non lo uccide. Forse. É cosi concentrata sul suo obiettivo che dimentica di essere semplicemente una giovane donna bella e attraente.



“Sono Eleanor Every e io e Cupido abbiamo fatto un patto: lui mi sta alla larga e io non lo faccio fuori.”



Tyler Benson è uno dei più grandi fotografi in circolazione. Bello, sexy, affascinante e sicuro di sé. Le loro strade si incontreranno, o forse scontreranno, tra bugie, fraintendimenti, passione e baci sconvolgenti. Riuscirà Lev a preservare il suo ruolo di Regina di ghiaccio ?





«Non sono brava con le persone, per niente. Figuriamoci con le relazioni. Sono un disastro totale e tu sei bravo solo a incasinarmi la testa.»



“Ho ucciso Cupido” è una commedia romantica fresca, frizzante e ironica. É una lettura da scegliere quando si ha voglia di liberare la mente per qualche ora, quando si vuole sorridere, per evadere un po’ dalla quotidianità. Potrebbe tranquillamente essere il copione del prossimo film in uscita per San Valentino in arrivo dagli Stati Uniti, con un cast stellare. Mi è piaciuto tantissimo la voce del “grillo parlante”, ha dato alla storia quel tocco in più necessario a definire maggiormente la personalità di Lev. Io ci parlo tutti i giorni con il mio: lui dice nero, io penso bianco, poi dico rosso e faccio blu. Tutto nella norma insomma! Ho apprezzato l’evoluzione della protagonista e la sua maturazione nel corso della storia, e anche se ne ho parlato poco ho amato Ty per la sua costanza e per non essersi fatto intimorire dai modi bruschi di Lev. 





Fabiola con questo romanzo ha donato ai lettori un nuovo lato di sé. Nonostante questo sia differente dai precedenti, noto il filo conduttore che li lega, ovvero la sua passione e dedizione. Io vedo Fabiola in ogni parola, in ogni dialogo e in ogni pensiero. Io la vedo nella peculiarità dei dettagli. 

“E come ho detto, l’amore cambia tutto. Sempre.”

La scrittura è semplice e fresca, perfetta per il genere, la lettura è scorrevole. Il libro si legge da solo, l’ho divorerete proprio come ho fatto io! Lo consiglio a chi ama i romanzi rosa ironici, divertenti e a chi vuole sorridere. Per il genere commedia romantica do cinque stelle.



Un consiglio? Lasciate perdere Cupido! Tanto vince sempre lui!






1 commento:

  1. Grazie di cuore per le parole e la vostra disponibilità, vi adorooooo!! ^_^

    RispondiElimina