giovedì 26 gennaio 2017

Recensione: Conquistami se ci riesci di Antonella Maggio e Rujada Atzori


Buongiorno lettori! Finalmente mi sono decisa a recuperare un po' di recensioni, perciò preparatevi, non vi libererete presto di me!
Di chi vi parlo oggi? Di un duo più che affiatato e collaudato!



Melanie ha diciassette anni, è bella e intelligente a scuola, ma è la figlia del pastore Ross della piccola cittadina di Little Falls del Minnesota e ha un carattere ribelle e piuttosto cinico.
Kyle è il bullo del liceo, il bello con gli occhi azzurri che tutte le ragazze sognano e ogni anno scolastico sceglie con cura la sua vittima.
Complici i corridoi della scuola, le amicizie vecchie che spesso lasciano spazio alle nuove, gli amori sbagliati e le relazioni nate solo per dispetto, un fratello impiccione da salvare e che ambisce a diventare un prepotente e alcune foto compromettenti scattate con un telefonino, Melanie e Kyle sono due caratteri che insieme fanno scintille.
L'amore, spesso, ci insegue ed è ostinato, si maschera da stronzo e si veste di prepotenza, racconta bugie ma è dolce come il sapore dei primi baci, ha la voce dei gemiti sussurrati piano e di nascosto, è una conquista che riesce a imprigionare il cuore



Ci sono poche autrici che a quattro mani riescono ad emozionarmi e farmi ridere come loro. Antonella Maggio e Rujada Atzori sono una di queste coppie. Tirano fuori il lato comico della vita, dei personaggi, a volte esasperandolo ma rendendo così il libro degno di essere vissuto.
Si ride e si riflette. Conquistami se ci riesci è la loro ultima fatica e devo ammettere che dal primo libro che ho letto scritto da loro il passo in avanti è stato enorme.
Leggendolo non si pensa di certo che sia stato scritto da due persone diverse ma credo che sia proprio questo il bello della loro “unione”.
L'adolescenza. Quel periodo meraviglioso della vita, quello che fa vivere i primi amori, quello che ci fa scegliere, quello che ci fa diventare adulti.

Diciassette ani possono essere difficili quando si è bollati come pecora nera della famiglia. Una famiglia religiosa, una famiglia con un ruolo importante nella comunità.

È il primo giorno dell'ultimo anno di liceo. Melanie ha lasciato il ragazzo con cui si frequentava e la sua migliore amica è lontana, a Parigi. Non sa quello che la aspetta ma di certo non si immaginava di venire investita da Kyle Baker.

Kyle Baker è l'emblema del ragazzo adolescente. Giovane, bulletto e sicuro di avere il mondo ai suoi piedi. L'ho già detto che le apparenze ingannano? Ebbene sì, e lo fanno molto bene.
Quando ho iniziato a leggere ho affibbiato a Kyle tanti aggettivi che ora non posso ripetere e man mano che leggevo i miei occhi assumevano sempre più la forma di un cuoricino. Kyle sbaglia e lo fa per la maggior parte del libro ma sono sbagli che vi ritroverete a perdonare, soprattutto se vi ricordate la vostra adolescenza.
Maschietti riflettete: vi siete sempre comportati bene?
Mel si ritroverà a fare cose che non vorrebbe fare, sotto ricatto, ma che la porteranno ad analizzare i suoi sentimenti e a scegliere.
Donne: voi chi scegliereste? Il bravo ragazzo o il bad boy?
Antonella e Rujada hanno creato dei personaggi (dal primo all'ultimo) fantastici. A volte completamente pazzi, altre volte assolutamente dolcissimi. Ognuno di loro ha un ruolo fondamentale nella storia, nella vita dei nostri protagonisti.



Ve lo consiglio. Ve lo consiglio perché fa bene tornare tra i banchi di scuola, amare con la spensieratezza e la follia di quegli anni. Perdonare perché innamorati. Ve lo consiglio per ricordarvi cosa significava non avere paura di niente, essere inconsapevolmente spensierati. Vivere la vita appieno. Scegliere il cattivo ragazzo, il lupo che sotto sotto così tanto lupo non è. Un romanzo che vi farà sorridere, arrabbiare, ridere e sospirare. Io l'ho fatto!
5 stelle su 5
Alla prossima!

Nessun commento:

Posta un commento