venerdì 6 gennaio 2017

Presentazione: Macerie - Autori Vari

Buonasera, gioie dello scrigno.
Voglio presentarvi un'antologia edita Les Flaneurs Edizioni. 
Scopriamola insieme...


Macerie è un'antologia di racconti sorta dalle penne di tredici autori in seguito al terremoto che ha sconvolto l'Italia centrale nell'agosto 2016. L'opera è composta da 18 racconti, 18 storie di sofferenza, di sconvolgimento; terremoti interiori che scavano nell'animo dei personaggi mostrandoci le reazioni più vere, quelle umane. Il progetto nasce per beneficenza: il ricavato delle vendite andrà infatti alla Protezione Civile per i terremotati del 24 agosto 2016.




Fra le macerie che danno il titolo all'antologia, l'uomo si mostra spoglio, nudo, con le sue debolezze e le sue paure. Le macerie sono quelle di Amatrice, Arquata del Tronto, Pescara del Tronto, Accumoli e Montereale, le città colpite dal terremoto del 24 agosto 2016.
Ma nei 18 racconti scritti da 13 autori le macerie sono quelle di persone che hanno vissuto un terremoto emotivo e distruttivo. Sono quelle di chi vive la fine di un amore in modo tragico o di chi affronta un fallimento economico senza una solida risposta dalle istituzioni, o ancora di chi avverte nella precarietà del proprio corpo malato quella dell'anima; o di chi avverte il disorientamento più subdolo per la mancanza di un luogo da chiamare casa.
Storie che raccontano di mali irreversibili, di certezze che crollano e della paura che ne consegue. Ma storie che parlano anche di ricostruzioni, di rinascite, di rifondazioni: quella rifondazione di una vita che auguriamo agli abitanti delle sopracitate città a cui andranno i ricavati dalle vendite di questa intensa, miserabile epica moderna.



Gli autori: Maddalena Costa, Claudio Santoro, Marco Peluso, Vincenzo De Marco, Ismaela Evangelista, Vito Maselli, Teresa Antonacci, E. Sole Vismara, Anna Marino, Olympia Fox, Fabio Mundadori, Benedetta Esposito, Itacchiaspillo. Prefazione: Antonella Cilento. Illustrazione di copertina: Gennaro Varriale Gonzalez.

Nessun commento:

Posta un commento