martedì 8 novembre 2016

Recensione: Tornerò da te di Arianna di Luna



Buon martedì, lettori! Oggi Alexia torna a parlarvi di un libro, il primo di una serie, di un'autrice emergente. Tonerò da te è il suo primo romanzo, a breve uscirà il secondo!



Quando Viola ha diciassette anni, la sua vita tranquilla viene stravolta: per via del trasferimento di sua madre all’estero, deve lasciare Milano - dove è nata e cresciuta - e trasferirsi da suo padre in una cittadina sul mare.
Lì c’è una nuova vita ad attenderla. Le sue nuove amiche Flavia e Ruby, le giornate trascorse tra la scuola e la piazza principale della città, le feste e le lunghe nuotate al mare.
Sembrerebbe tutto perfetto se non ci fosse Andrea, un ragazzo bellissimo e misterioso che appare nei momenti più strani e che sembra detestarla. Viola vorrebbe non farci caso, ma la curiosità è troppa. Andrea si avvicina e poi si allontana da lei in un gioco crudele, sembra tenere in mano le redini del loro strano rapporto di amore e odio. E ha un segreto enorme che non vuole rivelarle, un segreto per cui potrebbero perdere tutto, e anche l’attrazione disperata che provano l’una per l’altro potrebbe dissolversi come fumo.


Carissimi lettori,
oggi vi parlo di un romanzo avvolto da un mistero permanente che intriga il lettore e lo invoglia a scoprire ciò che nasconde. Un libro che riesce a coinvolgerti in esso e trasportati con lui per tutta la storia.
Lei, Viola, una ragazza dagli occhi verdi e dalle mille lentiggini sul viso che si trasferisce da Milano in un paesino dove va ad abitare con il padre. Lui, Andrea, un ragazzo misterioso e bello come il peccato, moro con degli occhi verdi che ti rimangono impressi.
Viola si ritrova a doversi traferire da Milano a una cittadina sul mare, sua madre decide che lei è un ostacolo per la sua carriera quindi deve andare a vivere con il padre. Confusione e tristezza sono i sentimenti che albergano in Viola per le prime pagine, ha dovuto abbandonare tutto ciò che amava per puro egoismo di sua madre. L’inizio di questo libro incuriosisce piano piano e ti chiede di essere letto. Conosce Flavia e Ruby due ragazze che si rivelano essere delle buona amiche con cui poter passare il proprio tempo, eppure il disagio di non appartenere a quel posto rimane dentro Viola.


Andrea entra in scena con un comportamento arrogante e di disprezzo nei confronti di Viola, ma questi sentimenti sono a causa di un segreto che si nasconde tra le pagine.
Stava fermo vicino al bancone, da solo. E mi fissava. Il mio stomaco fece una capriola. Non avevo sbagliato, era di una bellezza sfacciata, quasi dolorosa, e non ero l'unica a notarlo. Molte ragazze lo guardavano affascinate, senza curarsi di nasconderlo. Ma lui aveva occhi solo per me. Occhi pieni di disprezzo.
I nostri due protagonisti sin dall’inizio hanno un rapporto complesso, non definito, si stuzzicano e si cercano, ma non riescono a trovarsi. Leggiamo di piacevoli battibecchi che scatenano un piccolo sorriso mentre si leggono. Ciò che li lega non viene definito se non dalla metà del libro in poi. Bugie che tormentano, parole che feriscono entrambi, rimpianti e pentimento traspaiono dalle righe scritte.
Tuttavia, arriva il momento in cui tutto prende vita, tutto nasce nel momento in cui finalmente cedono ai sentimenti.

Mi prese il viso tra le mani. Le sue labbra calde e morbide si posarono sulle mie. Sentii il cuore schizzarmi in gola. Un brivido mi percorse da capo a piedi. Mi cinse i fianchi, mentre la sua bocca si muoveva sulla mia. Intrecciai le dita ai suoi capelli per non lasciarlo andare, e in risposta il suo bacio diventò più profondo.

Poi, la bolla di bugie scoppia e lascia tutti tramortiti. Riusciranno a non rimanerne travolti e uscirne illesi?

Un finale travolgente che ti lascia con il fiato sospeso e le lacrime agli occhi. Un’ultima cosa: DATEMI IL SEGUITO



4 stelline su 5



A presto, Alexia.

Nessun commento:

Posta un commento