martedì 13 settembre 2016

Eleonora Mandese: In fuorigioco per te - Un romanzo che ha fatto goal!

Buon pomeriggio Scrigno! Oggi vi parlo di un romanzo che ho letto un po' di tempo fa e che finalmente ho avuto tempo di recensire. Nato come self publishing, con il titolo "Tutta colpa del pallone", in gara per il concorso Ilmioesordio indetto dalla Newton Compton, è finito poi "nelle mani" della Buttefly Edizioni che l'ha pubblicato con il titolo "In fuorigioco per te."


La mia opinione? Venite a leggerla.

Titolo: In fuorigioco per te

Autore: Eleonora Mandese 

Editore: Butterfly Edizioni 

Data di uscita: 24 agosto 2016 

Pagine: 130 ca.

Prezzo: 2,99 € (il romanzo sarà in offerta a 0,99 fino al week end) 

Disponibile su Amazon e su kindle unlimited











Laura Sciorti è una neolaureata in Lettere che aspira a scrivere per la rivista dei suoi sogni, la GDMagazine. Determinata a ottenere un posto fisso, è disposta a tutto. Per avere un contratto a tempo indeterminato deve intervistare Claudio Marchi, famoso centrocampista della serie A e addentrarsi in un mondo di cui non sa nulla. Tutto questo affiancata a una rivale che, invece, si sente perfettamente a suo agio nelle serate mondane che le aspettano. In un susseguirsi di figuracce imbarazzanti, sotterfugi e sottili vendette, Claudio Marchi mostrerà a Laura il prezzo della fama, un conto che lo porta a non fidarsi di nessuno, neppure dei suoi sentimenti. Laura ha più di un motivo per odiarlo, ma quell'uomo dagli occhi di ghiaccio, all'apparenza così arrogante e che per lei è solo un lavoro, ben presto si trasforma in una dolce tortura infuocata...


Estratto:

«Penso che tu abbia soltanto paura» gli sussurro con un filo di voce. «Paura? Io?» domanda abbandonandosi a una sincera risata. «Per quale motivo dovrei avere paura?» prosegue. «Ho la sensazione che tu abbia difficoltà ad aprirti con le persone» lo provoco sedendomi accanto a lui, rannicchiandomi al punto da sfiorare con il ginocchio la sua mano. Un brivido percorre entrambi e lo osservo deglutire e distogliere lo sguardo confuso dal mio. «Dovresti andartene» insiste, fissando le fiamme del camino. «Come pensavo» replico con un sorrisetto, soddisfatta. «Mi stai provocando?» domanda con la voce bassa di qualche tono. Mi limito a osservarlo, il cuore una locomotiva dentro il petto. Cerco di pensare all'articolo, mi impongo di riprendere la lucidità e dimenticarmi dello sguardo che minaccia di possedermi, sempre più intenso, sempre più intimo. Deglutisco e indietreggio fino a raggiungere il bracciolo. La sua mano preme sul divano e le sue ginocchia avanzano fino a raggiungere le mie. Sento la sua presenza sopra di me, il suo respiro sulla mia pelle. Sgrano gli occhi non sapendo cosa fare. «Chi ha paura adesso?» ribadisce, avvicinando sempre di più il suo viso al mio.




Un altro punto a segno della Butterfly Edizioni, un'altra giovane autrice scoperta, meritevole. In fuorigioco per te, già dalla copertina, attrae, invoglia all'acquisto. Fresca, vivace, proprio come il romanzo. 
Laura Sciorti e Claudio Marchi non potrebbero essere più diversi. Con la testa perennemente tra le nuvole e combina guai lei, chiuso e arrogante lui. Non hanno nulla in comune, non si sarebbero mai incontrati, se il lavoro di Laura e il suo capo non ci avessero messo lo zampino. 
Un'intervista con il famoso calciatore, invischiato in un caso di droga, è l'occasione che aspettava da tanto. Un'occasione che la nostra protagonista non può farsi scappare. 
A cosa porterà tutto questo? 
A feste, ad equivoci, brutte figure, e una collega bionda e fin troppo bella che sembra sempre perfettamente a suo agio e che non mancherà di mettere i bastoni tra le ruote a Laura. 
Ho un debole per i calciatori, un po' per tutti gli atleti, e anche questa volta non sono stata da meno. Claudio è un gran bel personaggio, con la sua storia, con i suoi segreti e con il suo brutto carattere. Sa cosa vuol dire essere famoso, sa che non è tutto oro quello che luccica, e intende farlo capire a Laura. Una ragazza che entra nella sua vita con prepotenza, con una bugia, ma che sconvolgerà il suo mondo. 

Eleonora ha dato quel tocco in più ad una storia che poteva sembrare banale. Ha dato quella freschezza, quell'ironia che distinguono un romance, toccando dei temi attuali, senza andare ad appesantire la storia.
Laura combatte per trovare un lavoro post-laurea, quel lavoro che tanto desidera, e quando sembra essere riuscita nel suo intento si ritroverà a fare i conti con la sua morale, che molti giornalisti sembrano non avere. Sceglierà di fare la cosa giusta? 
Non è difficile immedesimarsi in lei, un po' goffa e sfortunata, domandarsi cosa avremmo fatto al suo posto, e in questo l'autrice è stata bravissima. 
Claudio, per amore o forse per giustizia, finalmente deciderà di uscire allo scoperto e di dire la verità sulla storia della droga? 
Per scoprirlo non vi resta che leggerlo, io ve lo consiglio!


VOTO: 4½

Nessun commento:

Posta un commento