lunedì 18 aprile 2016

Presentazione: Le paure del cuore di Silvia Bortoli


Buon pomeriggio lettori appassionati! Come state?

Oggi vi voglio presentare un romanzo di prossima uscita, dalla copertina romantica e delicata. Siete curiosi? Venite a leggere qualche estratto con me.
Titolo: LE PAURE DEL CUORE

Autore: Silvia Bortoli 

Editore: self con Amazon 

Genere: contemporary romance 

Pagine: circa 200

Prezzo 0.99 euro

Sinossi: Anche per Giulia è arrivato il momento di spegnere trenta candeline. Gli anni passano ma è una donna ancora insicura, che vive lottando contro il senso di inadeguatezza che si porta dietro dai tempi della scuola. Ogni giorno deve tentare di convivere con se stessa, e con i suoi sentimenti per quel amore non corrisposto dai tempi adolescenziali. Fabio, suo coetaneo, è il classico figlio di papà a cui non manca nulla: bello, ricco e studente universitario fuori corso. All'apparenza sembrano due persone totalmente diverse, ma in realtà una cosa li accomuna: sanno indossare bene le loro maschere quando sono in mezzo alle persone. Giulia deve cercare di essere forte di fronte ai giudizi delle persone, oltre a fare i conti col suo cuore ogni volta che incontra Fabio. Fabio invece deve mantenere il suo status symbol: ha sempre avuto la reputazione del leader del gruppo e vuole mantenerla. Un viaggio a Santorini, una toccata e fuga a Parigi, e tante ripetizioni di economia avvolte nell'inconfondibile profumo di violetta, li porteranno a conoscersi meglio, con la speranza di potersi levare la maschera e mostrare loro stessi. Fabio dovrà cercare di andare oltre le apparenze e lottare con il passato, e Giulia dovrà vedersela con le sue continue paure Riusciranno ad essere il vero Fabio e la vera Giulia, e guardarsi per sempre con gli occhi del loro cuore


Estratti:

La persona che vorrei abitasse il mio cuore non se lo prenderebbe nemmeno in affitto… per cui sono consapevole che aspetterò in eterno. Devo smetterla di fare sempre gli stessi ragionamenti, sono come un cane che si morde la coda! Devo dimostrare di essere adulta come ha detto Mari. Devo aprire il cassetto e lasciar evaporare questo sogno. Fabio è un amico, niente di più. Non esiste un lieto fine per noi. Non esiste un “noi”. Sono solo fantasie e speranze di una ragazzina che deve aprire gli occhi e comprendere che non si vive di sospiri o utopie. Apri gli occhi, Giulia, e smettila di illuderti.



Giulia ed io siamo usciti fuori dal Dirty, almeno c'è meno confusione. «SI PUÒ SAPERE QUAL È IL TUO PROBLEMA STASERA?». «Giulia, devi stare attenta. Tu non sei il tipo di ragazza adatta ad Ivano. Lui frequenta altri generi di donne.». Lei serra i pugni e si avvicina a me «Ascoltami bene, sbruffone dei miei stivali. Io no sarò certo una stangona come quel culo rinsecchito con cui ti stavi trastullando poco fa, ma non sono mica un cesso con le gambe! Un ragazzo potrebbe anche parlare con me perché interessato. E se invece volesse solo entrare nelle mie mutande, sappi che non ho bisogno che tu mi faccia da balia. So badare benissimo a me stessa. Me la sono sempre cavata da sola nella mia vita, senza chiedere aiuto a nessuno.». Cazzo, perché non capisce che la voglio proteggere? «Giulia, ti prego. Ascoltami. Mi hai frainteso! So benissimo che sei bellissima…Cristo, guardati: faresti girare la testa a tutti i maschi di quel locale! Ma io non voglio che tu ti faccia male. Ivano non va bene per te, credimi!». Scoppia in una risata nervosa «Ah, e tu sai chi è adatto a me? Fabio, per favore! Sono maggiorenne e in grado di decidere se ho voglia di divertirmi o meno.». «Cosa? Quindi sei in cerca solo di una sana scopata? È questo che vuoi dire?» Dio, non ci vedo più. Sto perdendo il controllo. «L'argomento è chiuso. Questa sarà la prima e l'ultima volta che ti intrometti nella mia vita. La nostra è una semplice collaborazione. Tu non sei mio amico, io non sono tua amica. Chiaro?» e si avvia per rientrare al pub

Nessun commento:

Posta un commento