martedì 8 dicembre 2015

Arianna legge... Anime eterne di Lina Giudetti


Buonasera appassionati! Arianna ha letto un nuovo libro ed è pronta a parlarvene :) Come sempre aspettiamo anche le vostre opinioni!




Trama:

Romania, XV secolo. Il principe Vlad Țepeș Dracula III detto l’Impalatore, regna nella Valacchia e da tempo combatte per mantenere l’ordine politico e religioso della sua terra, ma non tutti approvano i suoi metodi estremi. Soprattutto il suo nipote prediletto Stefan, avendo un cuore puro e pacifista, ritiene le sue leggi eccessivamente severe e non appena ha la possibilità di diventare re perché Vlad viene rinchiuso per anni in prigione a causa di un complotto politico, riforma ogni legge abolendo perfino la pena di morte per impalazione… al suo ritorno però Vlad non è più lo stesso di un tempo. La guerra e la morte della prima moglie lo hanno incattivito così tanto da avergli fatto scegliere di diventare un demonio. Vlad rinchiude Stefan nei sotterranei del suo castello e solo quando si ammala di tubercolosi ha dei rimorsi e tenta di salvarlo trasformandolo in quello che è lui: un vampiro, ma prima che la metamorfosi si completi, Stefan si uccide. Sua moglie Serafine impazzisce dal dolore e si uccide anch’ella e questa tragica serie di eventi, causa che una maledizione incomba sulle loro anime che si ritroveranno a vivere reincarnandosi in altri luoghi, in altri tempi e in circostanze molto avverse. Cosa succede infatti quando un figlio della luce diventa un figlio delle tenebre generando un karma che lo condanna alla maledizione della giovinezza eterna? Lei è bella, innocente e umana… lui è affascinante, tenebroso ed è un vampiro… un vampiro sul quale vengono diffuse molte leggende orribili… nella sua ultima incarnazione lei è tormentata da alcuni incubi ricorrenti di cui neppure suo fratello che è uno psichiatra, riesce a comprendere la provenienza; incubi che le mostrano come un’ossessione, gli squarci più significativi delle sue vite precedenti affinché si renda conto di essere tornata dal passato per riequilibrare il karma molto doloroso generatosi tra lei ed il suo antico amore Stefan. Sono ormai fatalmente diversi, eppure così fatalmente innamorati… Viene così compiuto in questa storia un lunghissimo viaggio dalla Romania medievale all’America degli anni ’50 e dall’Inghilterra degli anni ’90 fino di nuovo al regno di Dracula e al suo castello rumeno che nasconde una serie di segreti agghiaccianti… Una storia di amanti e rinnegati e di spettri, demoni ed eroi questa che mostra la figura del vampiro in maniera atipica e diversa rispetto a come l’han spesso mostrata le antiche leggende…





Recensione:

Amo i vampiri, ma non avevo mai letto nessun libro su di loro. Fortunatamente ho rimediato, iniziando a leggere questo romanzo. E, grazie ad esso, il mio amore verso questa specie è cresciuto ancora di più. E’ stata una lettura andata lenta inizialmente, ma che man mano che gli eventi si susseguivano, mi ritrovavo a leggere per ogni minimo di tempo libero. Come ben sapete sono per le storie romantiche, e l’apprezzamento per questo libro è aumentato nel momento in cui ha iniziato a raccontare la storia tra Edwina e Vernon. Una storia d’amore con tanti ostacoli, dolci, e anche abbastanza triste. Certo, non nego di aver un po’ odiato Edwina per le sue lacrime continue, eppure mi sono legata a loro in un modo incredibile. Proprio per questo, quando è successo ciò che è successo, ci sono rimasta abbastanza male. Voglio precisare che il libro non parla solo di questo, è un misto tra azione, horror, fantasy e amore. Un mix che mi rapita completamente. I personaggi sono tutti favolosi e descritti in modo fantastico. Anche le descrizioni delle loro azioni sono state impeccabili, sembrava di vivere nel libro. Il mio personaggio preferito è stato Jack, non dico di averlo apprezzato fin da subito, ma ad un certo punto della storia mi è stato impossibile non affezionarmi a lui. La cosa che ho amato molto, sono stati i cambiamenti di epoche, i quali mi hanno aiutato molto a capire tante cose durante la lettura. Mi ha ricordato molto il telefilm The Vampire Diaries. Cos’altro dire… non pensavo di attaccarmi tanto a queste pagine, anzi, avevo paura di iniziare a leggerlo perché temevo di annoiarmi. Invece, è stata una piacevolissima sorpresa. L’unica cosa che non sono riuscita a capire, è stato il fatto che a narrare il tutto sia stato il fratello di Elettra. Pensavo ci fosse stato un colpo di scena che riguardasse lui, e che facesse capire il perché di questa scelta da parte dell’autrice, ma niente. Questa cosa ha un po’ reso chiassosa la storia. Ma ciò non toglie punti all’intero contenuto. 



VOTO 4 stelle su 5

1 commento: