martedì 24 novembre 2015

Presentazione: Emmeline di Estelle Hunt



Buonasera appassionati! Un giorno e mezzo senza connessione al pc e ora sono tornata per recuperare un po' di cose. Cominciamo subito con una presentazione.





Titolo: Emmeline

Autore: Estelle Hunt

Genere: storico sentimentale

Editore: Self Publishing - 
In vendita su tutti gli store.


Trama:

Quando Emmeline Brant partecipa alla sua prima stagione ha solo diciotto anni e tante speranze per il futuro. Tuttavia neppure nei suoi sogni più segreti avrebbe mai immaginato di poter attirare l’attenzione dell’uomo di cui è innamorata da sempre, Julian York. Ma Julian è un nobile e un crudele ricatto lo costringe a piegarsi alle consuetudini imposte dal suo rango. Tra aristocratici freddi e calcolatori, donne amorali, bugie e tradimenti il loro futuro sembra segnato per sempre. Devastata dal dolore, Emmeline parte per New York, dove si immergerà nel mondo dorato dell’alta società, sperando così di curare il proprio cuore infranto. Grazie alla presenza di donne straordinarie e alla possibilità di un nuovo amore la felicità sembra di nuovo a portata di mano. Eppure il destino non ha finito di giocare con Emmeline e Julian. Richiamata in Inghilterra, Emmeline scoprirà che dietro gli eventi passati si nascondono tremende verità e che l’amore, quando è autentico, non muore mai.



Estratti:


Abbassò il viso e Julian vide una lacrima scivolare lungo la guancia per fermarsi all’angolo della bocca. Guardò incantato il nastro salato che luccicava sulla pelle di velluto, pensando a quanto sarebbe stato bello seguire con la punta della lingua il percorso di quella lacrima, indugiare sul lato della bocca, farsi strada tra le labbra soffici e invadere la cavità profumata.


_________________________________________________________________________


Non appena posò i piedi a terra, fu cosciente della vicinanza dei loro corpi nel silenzio rotto dal cinguettio degli uccelli e dal ronzare delle api. Emmeline percepì l’odore di sudore e di colonia di Julian, un profumo inebriante che le scatenò un’eccitazione sconosciuta. Julian non sorrideva più, si limitava a guardarla percependo il suo cambiamento.


_________________________________________________________________________

Il cuore di Emmeline accelerò i battiti, tanto che Julian poteva sentirlo sfiorando l’interno del suo polso.

Non mossero un solo muscolo, non si guardarono in viso, erano vicinissimi, eppure i loro volti era rivolti altrove.

«Stasera mi hai ferita.»

La voce di Emmeline era roca, leggermente rotta dal pianto trattenuto.

Julian contrasse le mascelle, strinse la mano di Emmeline nella sua, come per infonderle tutto l’amore e la pena che provava in quel momento.



_________________________________________________________________________

Julian era lì, a pochi passi da lei. Non riusciva a muoversi, i piedi si erano fatti di legno e tutto ciò che riusciva a fare era guardarlo attraverso la nebbiolina quasi del tutto evaporata. Julian si stagliava in mezzo a quella bruma come il fantasma di un cavaliere, oppure era solo lo spirito del suo passato che tornava a reclamare altro dolore.

________________________________________________________________________
«Che prezzo enorme abbiamo dovuto pagare per il nostro amore.»

Emmeline posò di nuovo la testa sul solido petto di Julian, ascoltando i battiti del suo cuore che andava calmandosi.

«Non c’è più stato nessuno dopo di te.»


Se ancora non l'avete preso, è il momento di farlo!

Nessun commento:

Posta un commento