mercoledì 7 ottobre 2015

Elena legge... Manchi solo tu di Antonella Maggio


Buon Mercoledì di pioggia appassionati! Qui a Roma si è scatenato un bel temporale, occasione perfetta per farvi leggere una mia nuova recensione.






Trama: 

Donny è maestra d'asilo, vorrebbe sposarsi e creare una famiglia con il suo fidanzato storico, ma Alfredo è allergico ai matrimoni e in più non può avere figli. A trentadue anni, Donny si ritrova di nuovo sola, non si fida più degli uomini e teme il suo orologio biologico. Grazie a una pubblicità letta per caso su una rivista femminile, decide di recarsi presso la Clinica MaterDei di Lugano per concepire un figlio da single, ma lì incontrerà il dottor Edoardo Mancini, un amico del suo ex, che cercherà di farle cambiare idea e soprattutto di ridarle fiducia nell'amore...






Recensione:

Anche se non conoscessi il talento dell'autrice avrei comprato il libro solo per la copertina, ma visto che so come scrive ho avuto un doppio motivo per acquistarlo.

Con questo romanzo Antonella mi ha sorpreso perché, parliamoci chiaro, uno si aspetta la classica storia d'amore, magari con alti e bassi, con difficoltà e quant'altro, ma in questo libro c'è molto di più.

Penso che ogni donna riesca ad immedesimarsi con la protagonista. Non farò spoiler perché credo che dobbiate leggerlo, ma una cosa voglio dirla: in ogni suo libro l'autrice affronta temi che arrivano all'animo femminile.

C'è chi dice che è poco romantico, che la storia d'amore tra i due protagonisti è stata trattata velocemente o che si parla solo dell'amicizia tra Donny e Marghe, ma io rispondo che è giusto che sia così, soprattutto in questo libro.

Credo che una donna debba combattere le sue battaglie, quelle che la renderanno felice, e che è importante lanciare questo messaggio.

L'amore in questo libro c'è, e io l'ho visto bene.

Posso ringraziare Antonella per averci regalato un altro spiraglio sul mondo e sui problemi che una donna affronta nella sua vita, i dubbi e le paure.

A gran voce chiedo una storia su Margherita! Antonella, ti prego, stammi a sentire :)

Ok, se non vi è chiaro: LEGGETELO!

Nessun commento:

Posta un commento