giovedì 27 luglio 2017

Recensione: Il nostro amore non fa rumore di Lucia Tommasi

Oggi abbiamo recensito per voi il nuovo romanzo di Lucia Tommasi, uscito pochi giorni fa. Seguiteci, ve ne parla la nostra Valentina.


Romanzo autoconclusivo
In una tranquilla vigilia di natale, Mya non ha idea di come cambierà la sua vita e la sua relazione con Carter, un ragazzo affascinante e di buona famiglia, ma con un carattere pessimo. Quella fatidica sera incontra Deran il collega di suo fratello Mason, dal fascino ribelle, scontroso e tormentato. L'alchimia tra i due è forte, cosa che le fa mettere in dubbio tutta la sua vita da un giorno all’altro.
Deran è un poliziotto con tanti problemi e dipendenze, ma sa che non può fare a meno di lei, anche se rischia di plagiarla.
Non appena i suoi occhi si posano su Mya si sente perso, il suo cuore si stacca dal petto. Vuole lei.
Mya è combattuta. Da un lato ha un uomo ricco e potente, dall’altra un semplice poliziotto testa calda, che la mette ogni volta nei casini.
Cosa farà Mya?
E soprattutto cosa succederà quando lo scopriranno il gelosissimo Mason e il violento Carter?


Mya è una giovane 24enne con il sogno di lavorare nella moda. È fidanzata da due anni con Carter un ricco ragazzino viziato, e con lui le cose ultimamente non sembrano andare per il meglio. Mya lo ama ed è pronta a presentarlo alla sua famiglia, mentre il ragazzo sembra un po' restio a fare lo stesso con lei. La cena di Natale è l'occasione giusta per portare Carter a casa, Mya è agitata e quando il campanello suona apre pronta a salutare il suo fidanzato, ma rimane sorpresa nel trovarsi davanti un volto sconosciuto. Deran è il migliore amico di Mason, fratello iperprotettivo di Mya. 

Vogliamo il peccato e non la redenzione o il perdono. Vogliamo noi stessi.

I due sono anche colleghi, agenti al distretto di polizia di Miami. Mason invita Deran alla cena di Natale, e sono proprio i suoi occhi che Mya si trova a guardare una volta aperta la porta. La ragazza rimane colpita dalla bellezza di Deran, dai suoi color cenere, dall'aria da bello e dannato e dal suo fisico da mozzare il fiato. A sua volta il ragazzo rimane colpito dagli occhi azzurri e dai capelli color cioccolato di Mya, ma sa che deve starle lontano per tanti motivi, primo fra tutti perché è la sorellina del suo migliore amico. 

La situazione precipita quando una sera al ritorno da un'uscita con Carter, Mya si rifiuta di salire a casa del ragazzo. È stufa della sua arroganza e della sua prepotenza da ricco borioso. Il ragazzo non la prende bene, diventa violento, spaventata Mya scappa a piedi fino a perdersi in un quartiere malfamato della città. Impaurita chiama il fratello in cerca di aiuto. In suo soccorso arriva Deran che le offre conforto e la sprona a lasciare una persona che non la rispetta. Nei giorni successivi Deran è combattuto: Mya le piace come nessuna ragazza mai prima, ma sa che il suo amico non approverebbe mai, visto anche la sua segreta dipendenza da cocaina. Ma Mya e Deran non riescono a resistere l'un l'altro e dopo un primo bacio in spiaggia cedono alla passione. 


Si, perché noi non abbiamo bisogno di posti romantici, abbiamo bisogno di posti dove siamo felici, e io in questo momento sono felice".


Mason sospetta che ci sia qualcosa di più che una semplice amicizia tra il suo amico e la sorella, così per allontanarli spinge Carter a cambiare e a farsi perdonare da Mya. Il ragazzo ci riprova e Mya è sempre più confusa: divisa fa due uomini completamente diversi, non sa chi scegliere. Si trova così coinvolta in una relazione segreta con Deran fatta di passione e sentimento, fra alti e bassi, e in una storia di finta felicità con Carter fatta di superficiali apparenze. 

Cosa succederà? Chi sceglierà Mya? 

Il titolo e la cover di questo romanzo mi hanno subito colpito. "Il nostre amore non fa rumore" ha creato in me un certo tipo di aspettative che non sono state del tutto realizzate. Mi aspettavo molto più romanticismo, pensavo di trovare maggiore riflessione interiore dei personaggi e a tratti mi aspettavo più spessore. 
Alcuni passaggi della trama sono stati un po' frettolosi e poco approfonditi. Il linguaggio a tratti mi è sembrato un po' acerbo, più vicino a dei protagonisti adolescenti e non a personaggi di 24 e 26 anni. La sorpresa è stata l'epilogo: un finale giusto, ma non sperate di arrivarci con facilità e senza alcuna insidia. Un epilogo interessante sotto differenti punti di vista. Lo consiglio a chi vuole una trama complessa, una storia d'amore sofferta, e un epilogo tutto da leggere! 




3 stelle su 5
Alla prossima, Vale!





Nessun commento:

Posta un commento