mercoledì 5 aprile 2017

Recensione: I colori del vetro di Ornella De Luca


Buongiorno lettori! Eccoci qui per una nuova recensione a cura di Valentina, che ha letto per voi un romanzo YouFeel, I colori del vetro. Scopriamo insieme la sua opinione.


Faith Price ha solo nove anni quando perde i genitori in un brutto incendio. Un trauma che, a distanza di dieci anni, ancora non ha superato. La fine del liceo e la partenza alla volta del college rappresentano per lei un banco di prova per costruirsi una nuova vita e trovare il proprio posto nel mondo. La rinnovata passione per la scultura, la vicinanza di Kyle, suo cugino e migliore amico, e l'incontro con Aaron, inaspettato coinquilino, la costringeranno a mettersi in discussione e a uscire dal proprio guscio. Ma a spingere Faith a fare una volta per tutte i conti con il passato saranno il misterioso 'F. Octopus', pseudonimo dietro cui si nasconde un artista talentuoso quanto sconosciuto, l'arrivo di un messaggio inaspettato e il riaffiorare dei ricordi a lungo sepolti dell'incendio che ha ucciso i suoi genitori. Solo una volta sciolti i nodi del passato sarà possibile guardare con fiducia al futuro. E all'amore. Tenero, coinvolgente, a tratti drammatico. Un romanzo che va dritto al cuore. Mood: Emozionante – YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d'animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.


La vita di Faith Price si stravolge quando a solo nove anni rimane orfana, i genitori, entrambi vigili del fuoco, muoiono proprio durante il loro ultimo intervento in un incendio. A distanza di anni, ormai diventata maggiorenne, Faith non ha ancora superato il trauma per la loro perdita. Così una volta terminato il liceo lascia New York e parte per il college.Un nuovo stato, una nuova vita, l’occasione questa per trovare il suo posto nel mondo, per dare una svolta alla sua esistenza. Raggiunge il cugino Kyle, che le offre una stanza e un appoggio. Ma lui si dimentica di rivelarle la presenza di un terzo coinquilino, Aaron Walker.


“ Ero attratta da lui, al tempo stesso ne avevo paura. Come quando stai per toccare una fiamma: ti bei del suo calore quando le graviti attorno, ma temi che facendo un passo in più potresti bruciare. E io non aspettavo altro.”


Inizialmente Faith e Aaron fanno scintille: si scontrano, si odiano e non si sopportano, ma qualcosa li lega. Si cercano, sono attratti a un livello profondo uno dall’altro. Si innamorano. Aaron la incoraggia a non mollare con la sua passione per le sculture fatte di materiali di scarto. Ma un messaggio distrugge tutto: chi è davvero Aaron? Chi si nasconde dietro lo pseudonimo di F.Octopus, l’artista che attira l’attenzione di tutti per le sue foto meravigliose? Per Faith arriva il momento di collegare i pezzi mancanti sulla scomparsa dei suoi genitori, di riappropriarsi dei ricordi che ha smarrito, di trovare le risposte che le mancano per poter andare avanti con la sua vita. Faith è una ragazza come tante, che ha perso la famiglia, e forse un po’ anche se stessa. Guardare al futuro, quando non vivi il presente, perché sei ancora aggrappata a un passato che non riesci a lasciar andare, è impossibile.








Mi è piaciuto molto lo sviluppo e la crescita che il suo personaggio subisce durante la narrazione. Aaron accompagna Faith in questo suo percorso, l’aiuterà a ricordare, a mettere a fuoco alcuni ricordi sbiaditi. L’aiuterà a guardare al futuro semplicemente come “Faith” e non più come “Faith l’orfana che non sa cosa fare della sua vita”. È un romanzo delicato, intenso, coinvolgente per lo sviluppo con cui si snocciola la trama, a tratti drammatico, romantico e emozionante.
È un romanzo completo, ti regala tutte quelle sensazioni che ti aspetti leggendo la trama. Il merito di tutto ciò va sicuramente all’autrice, che ha trovato la giusta chiave di scrittura. La lettura è scorrevole, io l’ho letto in un’ora e mezza. È un romanzo adatto ad ogni tipo di età, che consiglio a chi vuole una lettura non troppo impegnativa visto che conta poco meno di un centinaio di pagine. Spero davvero di leggere qualcos’altro di questa autrice perché “I colori del vetro” mi ha lasciato davvero delle belle sensazione al termine della lettura, perciò con molto piacere attribuisco quattro stelle.

«Qual è la cosa che desideri di più al mondo?» Aaron si passò una mano sugli occhi, per asciugarli. Parve rifletterci per qualche istante. «Una famiglia» mi confessò senza l’ombra di imbarazzo.«Avere una famiglia significa non essere mai soli. E io lo sono stato fin troppo nella mia vita.»

Come dite ? Chi è F. Octopus? Beh questo tocca a voi scoprirlo!

Nessun commento:

Posta un commento