martedì 7 febbraio 2017

Recensione: La legge di Murphy di Daniela Saviozzi



Buon pomeriggio lettori! Oggi vi parlo di un nuovo romanzo uscito con la Rizzoli per la Collana YouFeel. Un romanzo dal mood ironico che vi strapperà un sorriso.



Trasferitasi dalla Toscana a Roma per inseguire il sogno di una vita, Valeria coltiva la sua grande passione per la recitazione districandosi tra lavoretti stagionali, le soprese regalate da una coinquilina non proprio affidabile e l’amore segreto per Max, suo collega in gelateria. Pesante fardello della sua esistenza è il conflitto continuo con la legge di Murphy: nonostante tutto l’impegno possibile e la buona volontà, Valeria incappa sempre nel peggiore scenario possibile. E proprio quando la vita decide di concederle l’occasione di calcare un palcoscenico importante, le cose iniziano a rotolare lungo il pendio della sfortuna con imprevisti, situazioni imbarazzanti e intoppi di ogni sorta. L’incontro-scontro con il più grande nome del panorama teatrale romano darà il via a una serie di disavventure esilaranti in cui le scene del palco e quelle della vita reale si fonderanno in una miscela scoppiettante.
Un romanzo ironico, divertente, pungente ma anche dolce come un gelato alla crema. Mood: Ironico – YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.



Se cercate un romanzo divertente, leggero e frizzante questo è quello che fa per voi. La legge di Murphy recita così: “Se qualcosa può andare male, lo farà”.
E questo Valeria Melli lo sa molto bene, i suoi trent'anni li ha passati così, scegliendo sempre di fare la cosa che poi la metterà nei guai o le farà fare qualche brutta figuraccia. Praticamente è impossibile non sorridere e provare affetto per lei.
A quante di voi è capitato di svegliarsi NEL giorno più importante della propria carriera e ritrovarsi senza nulla in frigo e senza acqua nella doccia? Ovviamente dopo essere ricoperte di sapone, eh? E a quante di voi è capitato di usufruire di un attico, ipoteticamente vuoto, per poi ritrovarsi davanti un uomo affascinante in boxer? A nessuna?
Beh, a Valeria sì! Ma lei è zen e vuole affrontare tutto con il sorriso e pensare positivo. Vuole lottare per realizzare il suo sogno di fare l'attrice, vuole provarci. Ci riuscirà?

Per saperlo dovete leggerlo, io non vi dirò di più. Il romanzo è carino ma secondo il mio punto di vista, quello di una curiosa cronica, sarebbe stato ancora meglio se fosse stato più lungo. Avrei voluto leggere ancora di Max e del modo in cui la compagnia teatrale si libera di lui e volevo leggere di più su Claudio. Sull'attore e sull'uomo scorbutico e a tratti maleducato che si insinua nella vita della nostra protagonista e avrei voluto sapere di più sulla vita di teatro.
Ho apprezzato i riferimenti ai monologhi cinematografici, li leggevo provando ad immedesimarmi con la protagonista, ma dubito di esserci riuscita. In fondo non sono un'attrice!
Nel complesso La legge di Murphy è sicuramente un buon libro, un libro in grado di farti trascorrere due orette in buona compagnia.
Consigliato? Yes!!!!





4 stelle su 5

Nessun commento:

Posta un commento