martedì 28 febbraio 2017

Recensione: Guarda dentro me di Carmen Bruni


Buongiorno lettori. Oggi vi presentiamo una new entry del nostro staff, Marianna, che ha letto e recensito per voi Guarda dentro me, il nuovo romanzo di Carmen Bruni, targato Fabbri Editore.



Quando Annabelle cammina per strada non passa certo inosservata. È abituata agli sguardi degli uomini, e persino delle donne, perché è bella da togliere il respiro. Peccato che ovunque vada crei scompiglio, come nella casa di Giorgia e del fratello Carlo, di cui diventa la nuova coinquilina. Convivere con lei infatti non è per niente facile, anzi può rivelarsi davvero snervante: è indisponente, distaccata e si trincera sempre dietro una corazza gelida e impenetrabile, in cui sentimenti ed emozioni non possono filtrare. E questo tutto a causa del suo difficile passato. Ma anche Carlo, gran latin lover all'apparenza solare e disponibile, ha i suoi lati oscuri e alle spalle brutte esperienze che lo hanno ferito nel profondo. Tra i due si scatena subito un'attrazione fisica sconvolgente. E, giorno dopo giorno, inizierà a nascere anche qualcosa di più, qualcosa di imprevisto per entrambi. Ammetterlo significherebbe per loro venire meno alle proprie convinzioni, ma non potranno comunque evitare di dar vita a un duello d'amore, fatto di stoccate maliziose, affondi audaci e fendenti letali... Quanti colpi dovranno schivare prima di rendersi conto che, quando c'è di mezzo il cuore, non si tratta di vincere o perdere, bensì di sopravvivere?




Inizio con una parola wow. Si legge tutto d’un fiato, non avete scampo!
L’autrice Carmen Bruni ha reso una storia che poteva sembrare all’inizio banale una storia fantastica. Mi sono innamorata di Carlo ad ogni battuta da stronzo che usciva dalla sua bocca, perché si sa, a noi piacciono cosi. Annabelle, la protagonista, una ragazza bellissima tant’è che fa la modella. Una ragazza con un passato difficile che crea uno scudo dove nessuno può entrare fino a che Carlo non inizia a guardarla dentro.

“Vieni da me stanotte, Annabelle. O facciamo da te. Mi basta averti al mio fianco.”

Lui odia le bugie, lei invece è abituata a dirle «A fare marcia indietro. Non ti azzardare minimamente. Non lo accetterò. Non voglio la vecchia Annabelle, quella falsa. Non voglio scene, odio le menzogne. Odio quando ti chiudi, quando sei gelida. Quando hai paura di chissà cosa.». Non si fida di nessuno ma piano piano Carlo riuscirà ad entrare nel suo cuore tra un botta e risposta tra loro due. Ma tutto si evolve quando lui, tramite la sorella Giorgia, invita Annabella a casa sua per il giorno di Natale.

«Non ho mai provato per nessuno quello che provo per te» sussurrai senza pensarci. «Non ci sono mai andato nemmeno vicino.» Appoggiai il mento sulla sua testa: era incollata a me, dividevamo anche lo stesso cuscino. «Hai fatto una cosa importante per me stanotte. Anzi, più di una. Mi hai lasciato entrare nella tua vita, non mi hai respinto come al solito e… questo mi rende… felice.»

Una storia molto bella dove l’amore, quello vero, può perdonare qualsiasi cosa, dove se c’è una difficoltà la si affronta insieme. Una storia che ti rammenta che non bisogna fermarsi all’apparenza. Il resto beh non ve lo svelo, ditemelo voi.

La scrittura è lineare, non ti annoi mai nella lettura non sai mai cosa aspettarti soprattutto da Carlo. Un susseguirsi di eventi che ti lasciano con il fiato sospeso. Non allontani mai il libro dicendo: “che palle”. Mai.

5 stelle

Nessun commento:

Posta un commento