giovedì 10 novembre 2016

Recensione: Hard Landing di Monica Lombardi


Buongiorno lettori! Oggi la nostra Angela vi parla dell'ultimo romanzo letto, edito dalla Emma Books. Scopriamo insieme la sua opinione.


Lo showdown finale tra il Team e l’uomo che ha osato sfidarli. Intenso, sconvolgente. Chi è preda e chi è predatore?Imprenditore miliardario e fondatore di un Team formato da ex intelligence e forze speciali, David G. Langdon, dai suoi chiamato GD, potrebbe apparire come un uomo che ha sempre avuto tutto e che, nella vita, ha scelto la via più comoda. Non è così. Il suo passato nasconde un errore che non si è mai perdonato, che neanche cinque anni nella Legione Straniera sono riusciti a fargli dimenticare. Un errore per il quale qualcuno vuole ancora presentargli il conto. GD non può permetterlo. Perché l’uomo che ha già cercato di punirlo ha seminato una scia di cadaveri lungo la strada, cercando di colpire quel Team che è diventato la sua famiglia. Questa volta, David è deciso a fermarlo, a qualsiasi costo. Anche se per farlo dovrà mentire a tutti e lanciare un’ultima sfida la cui posta in gioco sarà altissima: la sua vita e quella dell’unica donna che potrebbe amare. [L’AUTRICE] Monica Lombardi è nata a Novara da padre toscano e mamma istriana. Lavora come interprete e traduttrice freelance. Sposata, madre di due figli, vive da più di trent’anni a Cornaredo, in provincia di Milano, dove si divide tra la scrittura, le traduzioni e il suo ruolo di mamma.Monica ha esordito nel 2008 con una serie rosa crime di cui è protagonista il tenente della Homicide Unit di Atlanta Mike Summers. Oltre alla serie GD Team, con Emma Books ha pubblicato la commedia romantica Three doors – La vita secondo Sam Bolton e, più di recente, il primo romanzo della serie distopica Stardust, Free, preceduto dal racconto gratuito Stardust – L’inizio. Quest’estate Amazon Publishing ha lanciato un suo thriller romantico di ambientazione italiana, Schegge di verità.La serie GD Team è così composta: Vertigo (romanzo), Nicky (novella prequel), Free fall (romanzo), Alex (novella), Spiral (romanzo), Miriam (novella) e da una Guida, che comprende, tra le altre cose, un racconto di Natale.



Buongiorno lettori, eccomi a parlarvi di un altro romanzo che purtroppo non è riuscito a coinvolgermi più di tanto.
A quanto mi è parso di capire, con “Hard landing” si chiude una serie e la storia e le avventure del GD Team. Ho avuto molta difficoltà a leggere questo libro sia perché non conoscevo gli altri protagonisti e come sono nati, sia perché lo stile dell’autrice mi era nuovo e mi è risultato un po’ pesante. Un italiano corretto, nessun errore ma troppe virgole a rendere il periodo non sempre scorrevole. Questo, però, è un mio personalissimo gusto.
È una storia piena di colpi di scena, a tratti anche di violenza e spionaggio ma trattati con coscienza e oserei dire anche con garbo tranne la scena del waterboarding, una scena di tortura che consiste nell’immobilizzare la persona e versare sulla faccia dell’acqua. Non c’è sangue ma la scena è comunque molto cruda, non serve vedere o immaginare corpi martoriati per rappresentarsi l’orrore. Anche questa pratica lo è, e forse, e questo è un complimento, l’autrice è stata brava a descriverla tanto da farmela apparire davanti agli occhi.
Adrenalina e suspense sono senza dubbio all’ordine di questo libro per non parlare della storia d’amore che non guasta mai.

Quando ho iniziato a leggere il libro ho pensato che magari piacendomi GD, ossia David G. Langdon, il fondatore del Team, mi sarei appassionata anche agli altri protagonisti, quelli delle serie precedenti, che insomma avrei trovato interessante leggere anche gli altri volumi. Così non è stato. A un certo punto la lettura mi è diventata pesante, forse proprio perché mancava il pezzo che mi permettesse di “far entrare” anche me nel Team e i sentirmi coinvolta come una serie dovrebbe fare.
Non è la prima volta che leggo un libro che fa parte di una serie di cui non avevo letto nulla in precedenza, ecco perché ho accettato di avventurarmi anche in questa perché quando è capitato sono stata così presa da andare a comprare anche gli altri volumi e avere l’intera storia completa nella mia mente. Con Hard Landing non è successo, non è scattata quella curiosità di conoscere il resto del Team.


3 stelline

Nessun commento:

Posta un commento