venerdì 25 novembre 2016

Presentazione: La bugiarda di Dino Cassone

Salve, gioie dello scrigno.
Che ne dite se prima di dedicarci al pranzo, conosciamo un po' il romanzo di Dino Cassone; edito da Les Flaneurs Edizioni?


“Lei non sarebbe mai stata sola. Il suo destino era trovare quell’amore: non lo avrebbe mai allontanato se si fosse presentato alla sua porta, non lo avrebbe evitato. Senza amore la sua vita sarebbe stata senza meta, senza un cammino preciso. L’amore l’avrebbe accompagnata per sempre a ogni costo”



All’indomani della Prima guerra mondiale, a Bologna, una donna dà alla luce la sua bambina. Proprio come lei, Luisa è figlia dell’amore: cresce cullata dall’affetto dei genitori e dal pensiero di essere destinata a grandi, romantiche avventure. Questa certezza però muore prematuramente insieme alla sua mamma, quando lei ha appena nove anni. Da quel momento in poi le sue giornate sono scandite dagli impegni parrocchiali e dai lunghi pomeriggi con nonna Leonilde, tra odori di antiche ricette e poetici racconti del passato. È proprio la nonna paterna a far germogliare nella giovane il sogno di quei “baci saporiti” che solo un amore puro e senza limiti può dare. Divisa così tra la ferrea disciplina cattolica e l’indole di inguaribile romantica, Luisa finisce per trovare quei baci in una relazione proibita. Un vortice di menzogne distruggerà pian piano ogni suo equilibrio e sistema di valori, portandola alla deriva. La bugiarda è una storia in bianco e nero come una vecchia foto, fatta di passione e peccato, vendetta e rimpianto.


Dino Cassone è un giornalista pubblicista e collabora con varie testate on-line. All’attivo ha quattro pubblicazioniui: I miei compagni di casa e bestie varie (Edizioni Il Filo, 2008); La radio. Storia di fantasmi e misteri (Schena Editore, 2013); Delitto nella bottega del droghiere (Schena Editore, 2016); Sorrisi e veleni (in formato e-book per Les Flâneurs Edizioni, nella collana “Petit”, 2016). Ha inoltre curato il libro Ho fatto 13! Una vincita negata e trentaquattro anni di menzogne del Coni (Schena Editore, 2015) di Martino Scialpi.

Nessun commento:

Posta un commento