giovedì 6 ottobre 2016

Recensione: Driven di K. Bromberg


Buongiorno lettori! Esce oggi il romanzo tanto atteso di K. Bromber. Il primo della serie, da cui prende il nome questo capitolo, Driven. L'ha letto per voi Alexia, scopriamo insieme cosa ne pensa.




È una serata importante per Rylee e per l'associazione per cui lavora: è in corso un'asta di beneficenza con numerose star di Hollywood per raccogliere donazioni in favore dei bambini bisognosi. Perciò è fondamentale che nulla vada storto. Peccato che la ragazza non immaginasse di poter essere messa in palio, anche se solo per una sera, e di venire "comprata" da Colton Donavan, il famoso e bellissimo pilota di formula Indie, nonché capo della società per cui lei lavora. Nel momento stesso in cui lui la trafigge con il suo sguardo color giada, le certezze di Rylee cominciano a sgretolarsi, e con il passare del tempo la sfrontatezza di Colton spazza via del tutto la sua vita tranquilla e ben pianificata. Il giovane è disposto a qualsiasi cosa pur di ottenere ciò che vuole e la guiderà in un universo di sensazioni a lei sconosciute e per questo ancor più irresistibili e inarrestabili. Ma proprio quando la loro relazione sembra pronta per una svolta importante, torbidi segreti verranno a galla.



Ho letto per voi in anteprima questo focoso romanzo e che dire? Anche se la copertina non è delle migliori, il contenuto ci riserva molte sorprese. Conosciamo i nostri protagonisti: Rylee Thomas, occhi ametista, capelli castani e un carattere un po’ indeciso. Lavora alla Casa, un luogo in cui i bambini orfani trovano una famiglia grazie ai volontari. Colton Donovan, moro, occhi verdi e sexy come il peccato. Fa sfoggio di un sorriso accattivante e ha dietro di sé una fila di modelle pronte a scardagli il letto.
Sin dalle prime pagine, si nota la forte intesa fra i due protagonisti. Il loro primo incontro è fuoco, passione pura e primordiale: Colton, provoca in Rylee un forte desiderio che le fa scordare tutte le sue paure. È sfacciato e non ha paura di chiedere ciò che vuole.

“Se io ti voglio, potrò e dovrò averti, quando e dove mi pare, dolcezza.”


Rylee si oppone costantemente a questa attrazione pericolosa: ha già perso un amore e non è pronta a mettersi in gioco. Tuttavia, il suo corpo lo reclama, necessita del tocco di Colton per domare il suo desiderio. Ed il nostro protagonista non si tira affatto indietro davanti ad una sfida, architettando tutto nel migliore dei modi affinché lei cada tra le sue braccia, o meglio, nel suo letto. Nonostante questo è un uomo diffidente, restio a mostrare i suoi sentimenti, dal passato ingombrante che non vuole condividere con lei. Non vuole ferirla con i suoi orrori perché sa che ne sarebbe capace.


“Finirò per ferirti, Rylee. E tu significhi già troppo per me perché io possa farti questo.”

Però, Rylee non smette di lottare per ciò che vuole: lui. La loro prima notte insieme è un’esplosione di sensazioni e passione fuori controllo. Si assaggiano, si scoprono e si vivono. Tuttavia, il loro è un amore complicato, con dei segreti, con il passato che li mette in costante difficoltà, ma entrambi sono pronti a mettere tutto ciò da parte e ad amarsi. I due protagonisti esprimono spesso i loro sentimenti attraverso la musica: solo così riescono ad aprirsi l’uno con l’altro. In questo libro assistiamo alla nascita di un amore difficile e restio a sopravvivere… arriviamo alle ultime pagine e tutto esplode! Tutto si ferma. Una sola parola che distrugge il loro rapporto.



Devo dirvi che è stato un romanzo difficile da leggere, per certi versi. Nella prima metà ho trovato difficoltà ad entrare nella storia, tuttavia con lo scorrere delle pagine abbiamo un netto miglioramento e dei personaggi che diventano man mano più veri. Colton, è un uomo spezzato ed il suo passato è un pezzo mancante della storia. Rylee, è una ragazza un po’ troppo indecisa per i miei gusti, ma in alcuni punti si riscatta. Il finale è un colpo di scena che ti lascia spiazzato e con il cuore a pezzi… quindi, adesso, portatemi il seguito!
A presto, Alexia.


4 stelline su 5

1 commento: