venerdì 9 settembre 2016

Recensione "Indelebile sulla pelle (Soul Mate vol2) - Margaret Mikki"


Buon pomeriggio, gioie dello scrigno.
Eccomi con la recensione del secondo volume della serie Soul Mate di Margaret Mikki.
Buona lettura...





Ricominciare con una ferita nel cuore non è il massimo che la vita può darmi. Ho giocato col fuoco e mi sono scottata, anzi ustionata. Il segno indelebile sulla mia pelle è il ricordo che l'amore è passato sul mio corpo. Ha lasciato il segno, ha fatto a brandelli il mio cuore in un battito di ali. Quello che voglio è dimenticare. 

Ho rinunciato all'amore. L'amore quello vero, quello con la "A" maiuscola. L'ho lasciata per paura che la storia si ripetesse, che un'altra persona a me cara mi scappasse via tra le dita come granelli di sabbia. Il mio cuore non c'è più, l'ho lasciato a lei. Solo quando, dopo circa due anni, i miei occhi l'hanno rivista in me è nata la speranza e la voglia di riaverla solo per me.




Dopo il modo in cui si era concluso il volume precedente, non ho esitato un attimo in più a iniziare il secondo volume, per sapere cosa fosse successo ai protagonisti di quella storia che mi è entrata nel cuore. 

La storia riprende da due anni dopo, in cui Maggie e Navid vivono nuovamente due vite diverse e separate. Finalmente lei è riuscita ad andare a Harvard e sta cercando di riprendersi dopo la più grande delusione della sua vita, lui lavora in un'officina eppure il passato riesce sempre a prendere posto nella sua mente ogni giorno. E come potrebbe essere altrimenti, se vive costantemente nel suo cuore? Due stili di vita enormemente diversi, come possono ritrovarsi tra milioni di persone? Ma tutti sappiamo che le anime gemelle sono destinate a ritrovarsi, sempre. Anche a distanza di milioni di anni.Purtroppo tutto è cambiato, adesso bisogna fare i conti con gli errori del passato. Queste due anime saranno davvero destinate a legarsi per la vita? 

Okay, parto dal fatto che fin da subito si nota un miglioramento nello stile dell'autrice. Mi riferisco alla punteggiatura, alla descrizione degli stati d'animo dei protagonisti e soprattutto al modo di narrare la vicenda. Pensavo si fosse ripreso da dove lo si era lasciato, il fatto che sia andata avanti di qualche hanno mi ha stupita. Ciò non vuol dire che abbia saltato quello che è successo in passato, anzi, ho apprezzato moltissimo i ricordi che apparivano tra un capitolo e l'altro. Questo è stato un modo carino per non svelare tutto è subito, quel modo che vi fa proseguire con la lettura per scoprire cos'altro dobbiamo sapere. Sono state tante le cose che mi hanno sorpresa, in particolare una, che purtroppo non posso dire. Altrimenti che sfizio ci sarebbe per voi? È poi temo per la mia vita, credo che l'autrice verrebbe ad ammazzarmi con le sue stesse mani. Quindi sta a voi leggerlo e vedere di cosa si tratta. Il sospetto di cui vi ho parlato nella recensione del volume precedente era fondato, e ne sono felice. Anche questa volta mi hanno fatto emozionare, anche più di quanto abbia fatto con il primo. E ancora una volta mi sono ritrovata a imprecare durante i capitoli finali. Questa serie mi ha colpita, adesso non vedo l'ora che esca il prossimo volume, in cui si narreranno le vicende di due personaggi che troverete qui e che già adoro. 
Fai presto, Margaret! 
La mia curiosità non può attendere così tanto.

VOTO: 4 stelle su 5
Alla prossima, Arianna!

Nessun commento:

Posta un commento