Presentazione: Ti ho amato fino a farmi male di Giuseppina Vitale

by - mercoledì, giugno 22, 2016



Buon Mercoledì lettori.

Oggi vi parlo di un'autrice dello Scrigno, che pubblicherà tra pochi giorni, e non vedo l'ora di leggere questo libro.

Scopriamo insieme la trama e qualche estratto!




Titolo: Ti ho amato fino a farmi male

Sottotitolo: spin-off di ti ho amato senza vivere

Pagine: 255

Formato: kindle/ cartaceo entro gli inizi di luglio

Prezzo: 1.99/ 12.00

Data pubblicazione: 24-06-2016

Sinossi: Chiunque abbia mai amato, porta una cicatrice.

Matteo lo sapeva bene. Per anni aveva vissuto con il cuore squarciato a metà, perennemente in bilico tra i suoi doveri e sentimenti assopiti. Cinque lunghi anni in cui aveva dovuto rinnegare il suo amore per Giada, quella ragazza impulsiva e ribelle dalla pelle diafana e gli occhi cerulei che per tutto il liceo non aveva fatto altro che amarlo in silenzio, sopportando ogni suo cambio d’umore. La vita è strana però e quando finalmente Teo decide di riprendere in mano la sua, scopre che il suo migliore amico è felicemente fidanzato con l’unica donna che lui abbia mai amato. Una guerra di sentimenti in cui Giada e Teo, cammineranno sul filo del rasoio in cerca del loro lieto fine.



Estratti: 


Alzarono lo sguardo e mi sorrisero entrambi. Il mio cuore in quel momento perse un battito: quello era amore.

Specchiarsi negli occhi di chi si ama e non esserne mai stanco


***


E finalmente capivo perché Giada amava rifugiarsi nei libri. La vita, quella vera, faceva schifo. Per quanto ti impegnassi per far funzionare le cose, non sempre ci saresti riuscito. Ci sarebbe stato sempre qualcosa a sbarrarti la strada, a rendere impossibile la tua risalita.

- Giada, perché ami i libri drammatici?

La mia domanda sembrò sorprenderla, sorrise. Uno di quei sorrisi che non raggiungevano gli occhi i rispose.

- Perché la mia vita così fa meno schifo e poi, non mi piace illudermi. Il lieto fine non esiste.


***

Avrei lavorato sodo, donandole tutto me stesso, perché l'amore è anche questo: donarsi senza aspettarsi niente in cambio. Giada ne era l'esempio vivente, più volte mi aveva regalato se stessa e io mi ero ritrovato con il suo cuore tra le mani, incapace di gestirlo a dovere ma solo in grado di danneggiarlo, stringendo fino a toglierle il respiro. Eppure lei era ancora qui di fronte a me, pronta ad amarmi come un tempo, anzi forse anche di più...


In bocca al lupo da tutto lo Scrigno!

You May Also Like

0 commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.